Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La “droga degli zombie” continua a diffondersi nel Regno Unito

Immagine di copertina
La spice è na sostanza cannabinoide sintetica

Dopo il caso di Manchester, le forze di polizia di Bridgend in Galles hanno lanciato un'operazione per fermare la vendita della spice, una sostanza cannabinoide sintetica illegale dal 2016

Nel Regno Unito è diventata virale una foto che mostra tre uomini accasciati in una strada probabilmente dopo aver assunto la spice, chiamata anche droga degli zombie.

L’immagine, scattata a Bridgend in Galles, ha portato la polizia a chiedere una presa di posizione pubblica contro l’uso di sostanze stupefacenti.

droga zombie regno unito

Negli stessi giorni è stata diffusa un’altra foto che mostra un uomo collassato su una panchina nella città.

droga zombie regno unito

La polizia del Galles del sud ha fatto sapere che le droghe hanno un “impatto determinante” sulla comunità.

La droga che sembra sia stata assunta dagli uomini ritratti nelle foto è la spice, una sostanza psicotropa illegale ideata per imitare gli effetti della cannabis ma che può avere gravi effetti debilitanti.

“Le droghe hanno un impatto determinante sulla nostra comunità” e mettere fine al loro uso è “la nostra priorità”, ha riferito l’ispettore di polizia Dean Taylor.

“Chiedo alla comunità di continuare a lavorare con noi e di prendere una posizione contro gli spacciatori che impongono questa miseria sulla nostra comunità”.

Di recente, la polizia ha condotto un importante operazione nella città per contrastare la vendita di droga nella città, arrestando diverse persone.

In precedenza casi simili si erano registrati anche a Manchester. La spice è una sostanza cannabinoide sintetica che è stata vietata dal Psychoactive Substances Act del 2016.

Quando la droga è comparsa per la prima volta nel Regno Unito si pensava che avesse effetti molto simili a quelli della cannabis. Gli esperti hanno però precisato che porti a conseguenze più estreme e imprevedibili.

Secondo il dottor Robert Ralphs della Manchester Metropolitan University, la dipendenza dalla sostanza è più grave di quella prodotta dall’eroina. Il livello di concentrazione di spice tollerata dal corpo cresce con il tempo.

“All’inizio con un grammo si possono realizzare 30-40 spinelli. Nel giro di qualche mese si mette mezzo grammo in uno spinello e si finisce per fumare da cinque a otto grammi al giorno”, ha spiegato Ralphs.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Honduras, Xiomara Castro è la prima presidente donna del paese
Esteri / Pakistan, 14enne si spara accidentalmente e muore mentre gira video su TikTok
Esteri / Polonia, donna incinta muore dopo aver portato in grembo un feto morto per 7 giorni
Ti potrebbe interessare
Esteri / Honduras, Xiomara Castro è la prima presidente donna del paese
Esteri / Pakistan, 14enne si spara accidentalmente e muore mentre gira video su TikTok
Esteri / Polonia, donna incinta muore dopo aver portato in grembo un feto morto per 7 giorni
Esteri / Ucraina, tensione ancora alta: ambasciatore Usa consegna la risposta scritta alle garanzie chieste da Mosca
Esteri / Usa, 23enne trovata morta dopo un appuntamento su un’app di incontri: si indaga per omicidio
Esteri / Francia, il Parlamento approva: “Vietate le ‘terapie di conversione’ usate per ‘guarire’ l’omosessualità”
Esteri / “La Cina ha realizzato una app per spiare gli atleti alle Olimpiadi di Pechino”: l’accusa
Esteri / Crisi Russia-Ucraina, venti di guerra soffiano alle porte dell’Europa: cosa sta succedendo
Esteri / Crisi Ucraina-Russia, l’Italia rischia di trovarsi in prima linea al costo di 78 milioni di euro
Esteri / “Il dilemma di Draghi”: la stampa internazionale si divide sull’ipotesi dell’ex banchiere al Quirinale