Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 18:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Diga sul Nilo: Egitto, Etiopia e Sudan trovano l’accordo

Immagine di copertina

Diga sul Nilo: Egitto, Etiopia e Sudan trovano l’accordo

Accordo raggiunto per la controversa costruzione della GERD, la Grande Diga del Rinascimento etiope lungo il fiume Nilo. Ieri, mercoledì 6 novembre 2019, i ministri degli Esteri di Egitto, Etiopia e Sudan si erano riuniti negli Stati Uniti per discutere sulla controversa costruzione della mega-diga.

In una dichiarazione congiunta, i tre paesi hanno detto di aver trovato un punto d’incontro per lavorare insieme.

Nel testo della dichiarazione congiunta, diffusa dopo l’incontro dal segretario al Tesoro degli Stati Uniti, Steven Mnuchin, si legge: “I ministri hanno concordato di lavorare per il completamento di un accordo entro il 15 gennaio 2020 e parteciperanno a due incontri a Washington, DC, il 9 dicembre 2019 e il 13 gennaio 2020, per valutare e sostenere i progressi”.

“Se entro il 15 gennaio 2020 non verrà raggiunto un accordo – continua la nota – i ministri degli Esteri convengono che verrà invocato l’articolo 10 della Dichiarazione di principi del 2015”.

Secondo l’articolo 10 i “tre Paesi risolveranno le controversie, derivanti dall’interpretazione o dall’attuazione del presente accordo, amichevolmente attraverso la consultazione o la negoziazione secondo il principio di buona fede”.

L’incontro ha convenuto che gli Stati Uniti e la Banca mondiale parteciperanno a futuri negoziati come osservatori. Il presidente Trump ha twittato una foto del suo incontro con i ministri.

Il tweet di Donald Trump

La storia controversa della Grande Diga del Rinascimento etiope

La diga è in costruzione nel nord dell’Etiopia. L’Etiopia ha completato circa il 70 per cento di lavori e insiste sul fatto che nessuno può fermare il progetto, ma l’Egitto è preoccupato per l’impatto sulle sue risorse idriche e su quanta acqua verrà utilizzata dal Sudan.

Al termine, il progetto da 4 miliardi di dollari sarà la più grande centrale idroelettrica dell’Africa, ma è stato rallentato da ritardi e controversie. Secondo il governo etiope, la diga, una volta riempita, avrà una capacità di 6mila megawatt, l’equivalente di almeno sei centrali nucleari.

Riguardo alla sua costruzione erano state sollevate diverse problematiche e i tre stati sembravano lontani dal trovare un accordo. L’Egitto, infatti, che fa affidamento sul Nilo per l’80 per cento della sua acqua, si diceva preoccupato che l’infrastruttura potesse influenzare notevolmente il suo già scarso approvvigionamento idrico.

Diga sul Nilo: al via negli Usa il vertice tra Egitto, Etiopia e Sudan

Ti potrebbe interessare
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Esteri / Elezioni in Germania: chi sarà il successore di Angela Merkel. La guida al voto
Esteri / Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza
Esteri / India, sequestrate tre tonnellate di eroina proveniente dall’Afghanistan