Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:02
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Arriva a Cuba la prima nave da crociera statunitense

Immagine di copertina

Per la prima volta dopo cinquant'anni, una nave da crociera degli Stati Uniti farà tappa a Cuba, nel porto dell’Avana

Per la prima volta dopo cinquant’anni, una nave da crociera degli Stati Uniti farà tappa a Cuba, nel porto dell’Avana. La nave, partita da Miami, in Florida, arriverà il 2 maggio sull’isola. Si tratta del primo viaggio turistico del genere dopo che Cuba e gli Stati Uniti hanno riallacciato le relazioni diplomatiche e iniziato il processo di disgelo, dopo decenni di tensioni. 

La compagnia navale statunitense Carnival, ha ricevuto infatti per la prima volta il permesso da entrambi i governi di effettuare la tappa Florida-Cuba per la sua nave Adonia. Inizialmente ai cittadini statunitensi di origine cubana era stato impedito lo sbarco sull’isola, a causa di un divieto vigente. 

Fino a una settimana fa infatti, i cubani potevano viaggiare da e per l’isola soltanto in aereo, solo da qualche giorno il governo ha allargato il permesso ai viaggi via nave. 

Dal dicembre 2014 i rapporti tra i due paesi hanno iniziato a normalizzarsi, su impulso del presidente statunitense Barack Obama e di quello cubano Raul Castro. 

Il 14 agosto 2015 è stata riaperta l’ambasciata statunitense a Cuba. La cerimonia era stata inizialmente fissata il 13, ma è stata rinviata di un giorno perché il 13 è l’ottantanovesimo compleanno di Fidel. Pareva troppo beffardo ai funzionari di l’Avana farla coincidere con i festeggiamenti per il leader maximo, che secondo la vulgata nazionale sarebbe stato oggetto di ben 634 tentativi statunitensi di eliminarlo.

La normalizzazione ha avuto un’altra tappa importante nel viaggio di Barack Obama sull’isola lo scorso 20, 21 e 22 marzo, conclusosi con una storica stretta di mano con il leader Raul Castro. 

— LEGGI ANCHE: Ha riaperto l’ambasciata Usa a Cuba dopo 54 anni

Come si arriva a Cuba dagli Stati Uniti 
Com’è andato il viaggio di Barack Obama a Cuba 
Ti potrebbe interessare
Esteri / La Nato avverte Mosca: “Se Putin usa armi nucleari, conseguenze serie”
Esteri / Brasile al voto, resa dei conti tra Lula e Bolsonaro: l’ex sindacalista punta alla vittoria al primo turno
Esteri / Nato in allerta: Mosca pronta a testare il super-siluro che può provocare uno tsunami radioattivo
Ti potrebbe interessare
Esteri / La Nato avverte Mosca: “Se Putin usa armi nucleari, conseguenze serie”
Esteri / Brasile al voto, resa dei conti tra Lula e Bolsonaro: l’ex sindacalista punta alla vittoria al primo turno
Esteri / Nato in allerta: Mosca pronta a testare il super-siluro che può provocare uno tsunami radioattivo
Esteri / Papa Francesco a Putin: “Fermati, ti supplico. Fallo per amore del tuo popolo”
Esteri / Ucraina, strage di civili a Kharkiv: morti 13 bambini mentre tentavano la fuga con le famiglie
Esteri / Indonesia, scontri dopo una partita di calcio: almeno 180 morti
Esteri / Donbass, schiaffo di Kiev a un giorno dall’annessione: Mosca ammette il ritiro da Lyman
Esteri / Nord Stream: “Esplosi 500 chili di tritolo. Bombe piazzate da robot di manutenzione”
Esteri / Russia, il rapper Walkie si toglie la vita per non andare in guerra
Esteri / Con il nuovo reattore Olkiluoto-3 la Finlandia si aggiudica la centrale nucleare più potente d’Europa