Covid ultime 24h
casi +21.273
deceduti +128
tamponi +182.032
terapie intensive +80

Coronavirus, ultime notizie dal mondo. Francia, oltre metà del Paese è zona rossa. Quasi 1 milione di morti nel mondo

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 21 Set. 2020 alle 07:33 Aggiornato il 21 Set. 2020 alle 19:11
51
Immagine di copertina

Coronavirus, ultime notizie dal mondo: tutte le news in tempo reale

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE – Sono oltre 30,8 milioni i casi di Coronavirus finora accertati nel mondo: la pandemia ha provocato fin qui più di 958mila morti. Qui le ultime notizie sul Covid-19 in Italia. Di seguito le ultime notizie dal mondo sul Coronavirus di oggi, lunedì 21 settembre 2020, aggiornate in tempo reale.

Ore 18,59 – Spagna, 2.975 positivi nelle ultime 24 ore – Il ministero della Salute spagnolo ha registrato da venerdì altri 31.428 casi di coronavirus e 168 decessi legati alla malattia. Nelle ultime 24 ore sono stati confermate 2.975 nuove infezioni che portano il totale dei contagi a 671.468 dall’inizio della pandemia. Le vittime sono 30.663. La comunità di Madrid continua ad essere la più colpita, con 11.991 casi da venerdì, di cui 794 nelle ultime 24 ore.

Ore 17,12 – Scozia verso alcuni lockdown – Il governo scozzese studia ulteriori restrizioni per contrastare il coronavirus. In un documento trapelato su Twitter, c’è l’elenco delle possibili chiusure, compresi dei veri e propri lockdown a rotazione da metà ottobre in occasione della tranche di vacanze scolastiche. La premier Nicola Sturgeon ha confermato di essere a conoscenza del documento, uno screenshot di computer, che sta circolando su Twitter e non ne ha negato l’autenticità. Ha detto che il suo governo sta vagliando una serie di misure alcune delle quali potrebbero essere adottate in settimana e altre più tardi. “Sì stiamo vagliando una serie di opzioni e qualsiasi governo che, in una situazione come questa, non lo facesse non farebbe un buon lavoro. Ma non siamo ancora giunti a decisioni definitive, quindi chiunque stia esaminando dei documenti e tragga una conclusione che questi accadranno sicuramente è sbagliato, perché non abbiamo preso queste decisioni”.

Ore 13,00 – Asia, Al Hilal gioca con 15 calciatori positivi al Covid – Episodio assurdo in Asia. Il club campione d’Asia, i sauditi dell’Al Hilal, ha giocato contro gli iraniani dello Shahr Khodro nonostante ben quindici calciatori (fra i quali Sebastian Giovinco), e sei membri dello staff, siano risultati positivi al coronavirus. Ieri l’Al Hilal aveva chiesto il rinvio della partita dopo che altri dieci giocatori, dopo i cinque del primo test, erano risultati positivi al tampone. Ma la confederazione asiatica non lo aveva concesso in base al fatto che comunque la squadra saudita aveva altri 14 elementi a disposizione. Per completare l’organico l’allenatore Razvan Lucescu aveva fatto ricorso ai ragazzi delle giovanili raggiungendo così il numero necessario di giocatori. La squadra è andata in campo e ha strappato un pareggio per 0-0 che le ha consentito di qualificarsi alla fase ad eliminazione diretta della Champions League asiatica.

Ore 12,00 – Positivo il nuovo attaccante della Lazio, Muriqi: quarantena in Turchia – L’attaccante della Lazio Vedat Muriqi, appena acquistato dal Fenerbahce, è risultato positivo al tampone per il Covid-19. Muriqi si è sottoposto al test poco prima di ripartire per l’Italia dove si sarebbe dovuto aggregare in questi giorni alla squadra di Simone Inzaghi in vista della ripresa del campionato. Secondo quanto apprende l’agenzia di stampa il giocatore è asintomatico ma dovrà comunque osservare la quarantena in Turchia prima di sottoporsi a un nuovo tampone e, se negativo, tornare nella Capitale.

Ore 11,25 – Francia, oltre metà del Paese è zona rossa – L’allerta Coronavirus spaventa la Francia, che negli ultimi giorni ha registrato una media di almeno 10mila contagi quotidiani. Così, oltre la metà dei dipartimenti francesi è ormai stato dichiarato “zona rossa”. Nel dettaglio, sono 50 i dipartimenti dichiarati “zona di circolazione attiva del virus”. Una definizione che permette, tra l’altro, ai prefetti di adottare misure supplementari per bloccare l’avanzata del virus. Cambiano le regole anche a scuola: da domani, nelle materne ed elementari non si procederà più alla chiusura sistematica di una classe sotto i tre casi di alunni positivi al Covid-19. Se un alunno risulterà positivo, i corsi potranno continuare per il resto della classe. La misura, invece, non riguarda scuole medie e licei.

Ore 09.20 – Quasi 1 mln morti nel mondo, Usa vicini ai 200mila – Sono oltre 960mila i morti registrati in tutto il mondo per la pandemia da nuovo Coronavirus della polmonite e quasi 200 mila di essi sono stati registrati in Usa (per la precisione 199.511). I dati sono della Johns Hopkins University, che dall’inizio della crisi tiene un conteggio aggiornato di vittime e contagi (i casi nel mondo hanno superato i 31 milioni, due terzi dei quali sono guariti). Dopo gli Usa, il Paese più colpito quanto a decessi sono il Brasile (136.895), l’India (87.882), il Messico (73.493) e il Regno Unito (41.866). Ma se si guarda ai dati in rapporto alla popolazione e’ il Peru’ il Paese con la mortalita’ piu’ alta (95 morti ogni 100 mila abitanti), davanti a Belgio (86), Spagna (65), Bolivia (65), Brasile (64), Cile (64), Ecuador (63), Regno Unito (62) e Stati Uniti (60).

Ore 09.00 – Tunisia, prosegue impennata di contagi – Prosegue la marcata crescita di nuovi di Coronavirus in Tunisia, dove nelle ultime 48 ore sono stati registrati altri 996 contagi, che portano il totale delle infezioni confermate nel Paese nordafricano a quota 10.732. Lo ha reso noto il ministero della Sanita’ di Tunisi in un comunicato, precisando che il bilancio dei decessi e’ salito a 159, di cui 4 nei giorni 18 e 19 settembre. 8.191 sono le persone che risultano ancora positive, di cui 198 in ospedale, 70 in rianimazione e 28 in respirazione assistita. Intanto le autorita’ sanitarie, mentre rinnovano gli appelli a rispettare le misure barriera, hanno annunciato che d’ora in poi verranno testati sistematicamente solo i sintomatici.

Ore 07.00 – Bill Gates: “Gli Usa non hanno fatto un buon lavoro contro il virus” – Bill Gates definisce “scandaloso” il fatto che gli americani non ottengano i risultati del tampone da coronavirus 24 ore dopo averlo fatto. In un’intervista a Fox News, il fondatore di Microsoft ha affermato che “ancora oggi la gente non ottiene i risultati entro 24 ore. È scandaloso che siamo ancora a questo punto”.   Gli Stati Uniti dovrebbero riconoscere che non hanno fatto “un buon lavoro” nella lotta contro la pandemia”, ha detto ancora Gates, secondo il quale il Paese “ha più dispositivi, più capacità di qualsiasi altra nazione, di gran lunga”. Inoltre, ha aggiunto, il sistema di rimborso sta creando un “incentivo perverso”.

Ore 06.30 – Negli Usa 42 mila nuove infezioni e 655 vittime – Negli Stati Uniti sono stati registrati nelle ultime 24 ore 42.561 nuovi contagi da coronavirus. Lo comunicano le autorità sanitarie americane, ossia il Cdc (Centers for Disease Control and Prevention), secondo cui sono il numero complessivo delle infezioni negli Usa ha superato i 6,7 milioni di casi. Sempre nelle 24 ore, sono stati 655 i decessi, portando il totale a 198.754.

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: COSA È SUCCESSO IERI

India, 92mila casi in 24 ore: nuovo record – Nelle ultime 24 ore in India sono stati registrati 92.605 nuovi casi di Covid-19: un nuovo record di contagi quotidiani. Il bilancio totale dei contagi è salito così a 5,4 milioni, secondo al mondo solo agli Usa che contano 6,7 milioni di casi. Sempre nelle ultime 24 ore sono morte 1.113 persone, portando il bilancio delle vittime a 86.752.

Regno Unito, il Governo valuta il lockdown di tutta Londra – Non è un periodo facile per il Regno Unito, Paese europeo con più morti da Coronavirus, che nelle ultime settimane ha visto una nuova impennata di contagi al punto da spingere il premier, Boris Johnson, a parlare di “seconda ondata”. Proprio in queste ore l’esecutivo britannico sta valutando la possibilità di imporre un nuovo lockdown all’intera città di Londra. A confermarlo indirettamente è stato il segretario alla Salute, Matt Hancock, che ha detto che la Gran Bretagna è a un “punto critico” e che per questo sono in corso “discussioni su un potenziale lockdown a Londra”. Hancock ha chiesto agli abitanti di Londra di lavorare da casa, ove possibile. Già il sindaco di Londra Sadiq Khan aveva disposto che i dipendenti pubblici lavorassero in smart working, mentre finora il governo non si era espresso in merito.

Francia, altri 10mila nuovi contagi – La Francia ha registrato 10.569 casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore, un dato inferiore a quello del giorno precedente, quando le nuove infezioni sono state più di 13.500. I dati della domenica sono generalmente in calo rispetto ai giorni precedenti, a causa della chiusura dei laboratori di test.

Leggi anche: 1. Brasile, pinguino morto dopo aver ingerito una mascherina N95: la foto simbolo dell’inquinamento da Coronavirus / 2. Scuole senza prof: perché l’assegnazione delle cattedre è (anche quest’anno) in ritardo / 3. Il caso dei 30 migranti bloccati da dieci giorni su un “bus quarantena” a Udine

4. Cottarelli a TPI: “Nel Recovery Plan c’è un errore sul Pil, che figuraccia. Sembra sia stato scritto di fretta” / 5. Campania, Caldoro: “C’è paura che i seggi diventino un focolaio, manca un piano del governo e della Regione” / 6. La vedova di Carlo Vanzina attacca il cognato: “Enrico, vergognati per quel film sul lockdown”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

51
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.