Covid ultime 24h
casi +8.824
deceduti +377
tamponi +158.674
terapie intensive +41

Coronavirus, ultime notizie dal mondo. Germania avvierà campagna vaccinazione il 27 dicembre

Di Anna Ditta
Pubblicato il 16 Dic. 2020 alle 06:29 Aggiornato il 16 Dic. 2020 alle 21:39
6
Immagine di copertina

Coronavirus, ultime notizie dal mondo: tutte le news in tempo reale

CORONAVIRUS, ULTIME NOTIZIE DAL MONDO – Dopo gli Stati Uniti, anche l’Europa si prepara ad avviare la sua campagna di vaccini contro la pandemia di Coronavirus. Qui tutte le ultime notizie sul Coronavirus in Italia. Di seguito gli aggiornamenti dal mondo sul Covid di oggi, mercoledì 16 dicembre 2020, in tempo reale.

Ore 21,10 – Germania avvierà campagna vaccinazione il 27 dicembre – La Germania prevede di cominciare a somministrare il vaccino Pfizer/BioNTech anti-Covid il 27 dicembre, a partire dalle case di cura. Lo hanno riferito le autorità tedesche, dopo la riunione del ministro della Salute, Jens Spahn, con i responsabili della Salute dei Laender.

Ore 21,00 – Regno Unito, aumentano casi e morti ma BoJo conferma allentamenti – Il Regno Unito nelle ultime 24 ore ha registrato altri 25.161 casi di coronavirus e 612 morti, in aumento rispetto a ieri (18.450 contagi e 506 decessi), ma il premier Boris Johnson non intende cedere alle pressioni della comunità medica e ha confermato l’allentamento delle misure restrittive per Natale.      “Vietare il Natale sarebbe disumano”, ha sostenuto, convinto che sia “ingiusto criminalizzare la gente che semplicemente vuole passare del tempo con i propri cari”. D’altra parte, ha ammesso il capo di Downing Street, l’epidemia di coronavirus morde il Paese e nonostante la campagna di vaccinazione avviata nei giorni scorsi, bisogna esercitare moderazione e festeggiare con poche persone.

Ore 20,40 – Balzo contagi in Francia: altri 17mila casi – Balzo di contagi in Francia che nelle ultime 24 ore ha registrato 17.615 nuovi casi di Coronavirus, ben al di sopra degli 11.532 di ieri e i 14.595 di una settimana fa. È l’incremento più consistente dal 21 novembre scorso e arriva all’indomani dell’addio al lockdown nazionale a favore del coprifuoco.

Ore 20,00 – Vaccino: reazione allergica al Pfizer in operatore sanitario Usa – Un operatore sanitario in Alaska è stato vittima di una “seria reazione allergica” dopo aver ricevuto il vaccino contro il coronavirus di Pfizer. Lo riferiscono al New York Times tre persone ben informate. L’operatore si trova ancora ricoverato sotto osservazione e il suo caso sarebbe simile alle reazioni anafilattiche subite la settimana scorsa da due operatori sanitari britannici che avevano ricevuto lo stesso siero. La sperimentazione del vaccino di Pfizer e BioNTech ha coinvolto oltre 40 mila persone negli Usa. Molti partecipanti sono stati colpiti da effetti collaterali ma nessuno in modo serio. La persona ricoverata in Alaska non ha una storia clinica di allergia ai farmaci ma non è noto se soffrisse di altre allergie, come i suoi due colleghi britannici, che si sono al momento ripresi.

Ore 19,00 – Biden, “Non voglio saltare la fila ma mi vaccinerò” – “Non voglio saltare la fila ma voglio essere sicuro di poter mostrare agli americani che il vaccino è sicuro. E il mio staff sta lavorando perché io possa farlo”. Lo ha detto il presidente eletto Usa, Joe Biden. Il democratico ha più volte espresso la volontà di farsi vaccinare pubblicamente per lanciare un messaggio rassicurante alla popolazione.

Ore 17,45 – BoJo, no criminalizzare Natale ma attenzione a riunioni – “Non è giusto criminalizzare la gente che semplicemente vuole passare del tempo con i propri cari” a Natale, ma il governo britannico chiede di pensare “se si può fare di più per proteggere se stessi e gli altri”. Lo ha affermato il premier britannico Boris Johnson, spiegando di non voler revocare l’allentamento delle misure anti-Covid per Natale perché è un “istinto naturale” quello di riunirsi. “Non vogliamo vietare il Natale, sarebbe inumano” ma festeggiatelo in pochi ed esercitate moderazione. “Un Natale più ristretto e più corto sarà più sicuro, le cose andranno meglio da Pasqua”, ha sostenuto Bojo, in una conferenza stampa convocata a Downing Street.

Ore 16,25 – Regno Unito, Johnson si affida a responsabilità cittadini – Non ci sarà una stretta per quanto riguarda le misure anti-Covid in Gran Bretagna per Natale. Almeno non è stata ancora decisa. Il premier Boris Johnson ha detto che “resteranno in vigore le misure già previste nelle quattro nazioni” del Regno Unito. “non voglio criminalizzare i piani a lungo termine della gente”. Ma vista la situazione già Galles e Scozia stanno valutando ulteriori restrizioni. Che potrebbero essere annunciate più tardi dal premier in una conferenza stampa a Downing Street con il pofessor Chris Whitty sulla situazione in Inghilterra.

Ore 16,05 –  Contatto con positivo, Pompeo in quarantena – Il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, è stato costretto a mettersi in quarantena dopo essere venuto in contatto con una persone risultata positiva al coronavirus. Lo ha annunciato il dipartimento di Stato.

Ore 15,25 – Vaccino, Sassoli: “Ok Von der Leyen per cominciare insieme in Ue” – “Ho apprezzato che la presidente Von der Leyen abbia accolto la mia proposta al Consiglio Europeo di iniziare la distribuzione del vaccino in tutti gli Stati UE nello stesso giorno. La lotta al COVID si fa insieme”. Lo scrive il Presidente dell’Europarlamento, David Sassoli.

Ore 14,30 – Austria: 900mila dosi Pfizer entro marzo 2021 – In Austria nel primo trimestre del 2021 saranno consegnate 900mila dosi di vaccino Pfizer/BioNTech. Lo ha riferito il cancelliere Sebastian Kurz dopo aver parlato con i rappresentati della Pfizer. “In Austria i preparativi per le vaccinazioni sono in pieno svolgimento – ha dichiarato Kurz – il vaccino sarà un punto di svolta nella lotta contro le pandemie”.

Ore 14,00 – Nuovo record contagi in Sud Corea – Nuovo record di contagi da Covid-19 in Corea del Sud, a quota 1.078 nelle ultime 24 ore, dove sale la preoccupazione per il rischio di una carenza di posti letto negli ospedali. Il totale di contagi ha superato per la seconda volta quota mille con 1.054 infezioni sviluppate localmente, 226 delle quali gravi secondo i dati diffusi dall’Agenzia per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie sud-coreane.

Ore 12,30 – Ue: se ok Ema vaccino in 2 giorni – “La presidente Ursula von der Leyen ha evidenziato che la Commissione è pronta a sostenere che la vaccinazione inizi nello stesso giorno in tutta la Ue e che la campagna di vaccinazione sia coordinata”. Lo ha detto Eric Mamer, portavoce della presidente della Commissione europea. “Se l’Ema dà la sua approvazione, la Commissione darà il permesso per mettere il vaccino nel mercato entro due giorni” ha aggiunto Mamer.

Ore 12,00 – Oms: a gennaio rischio picco – La sezione Europa dell’Organizzazione mondiale della sanità ha avvertito di una “ulteriore rinascita” di Covid-19 all’inizio del 2021, esortando le famiglie a indossare le mascherine durante gli incontri con i parenti quest’anno a Natale. “C’è un alto rischio di un’ulteriore rinascita nelle prima settimane e nei primi mesi del 2021, e dovremo lavorare insieme se vogliamo riuscire a prevenirla” ha detto l’Oms in una nota aggiungendo che, anche se può sembrare imbarazzante indossare le mascherine con i membri della famiglia, “farlo contribuisce in modo significativo a garantire che tutti rimangano sani e salvi”.

Ore 11,00 – Origine Covid, team Oms a Wuahn per 4-5 settimane – Un team dell’Oms arriverà a Wuhan, in gennaio, per indagare come il nuovo Coronavirus Covid-19 sia passato dagli animali agli esseri umani, e, se per caso, sia emerso in tempi o luoghi diversi da quanto si ritenga. Lo ha reso noto Fabian Leendertz, biologo tedesco del Robert Koch Institute e componente della missione di cui faranno parte 10 esperti. Il ricercatore ha aggiunto che il team dell’Oms lavorerà con gli scienziati cinesi per quattro/cinque settimane.

Ore 10,00 – Sanchez: “Spagna è all’inizio della fine della pandemia” – Il premier spagnolo, Pedro Sanchez, si è detto convinto che la Spagna sta entrando nella “terza e ultima fase” che rappresenta “l’inizio della fine” della pandemia, con la strategia di vaccinazione. “La Spagna è pronta, tutte le sue istituzioni sono pronte ad affrontare questa strategia di vaccinazione” ha assicurato Sanchez davanti al Congresso dove è intervenuto per rendere conto della situazione della pandemia.

Ore 9,26 – Vaccino, Von der Leyen: “Autorizzati entro una settimana. Paesi Ue inizieranno la vaccinazione lo stesso giorno” – “In una settimana i primi vaccini saranno autorizzati in modo tale che le vaccinazioni possano iniziare immediatamente e per continuare l’anno prossimo”. Lo ha detto la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen nel corso di un dibattito al Parlamento europeo. “Abbiamo comprato più dosi di quante ne siano necessarie per i cittadini europei”, ha precisato la tedesca, che poi ha fatto riferimento all’azione di distribuzione dei vaccini nei Paesi a reddito basso tramite il protocollo Covax, “in modo tale che non si dimentichi nessuno”. Gli Stati membri Ue inizieranno la vaccinazione contro il Covid-19 “lo stesso giorno”. 

Ore 9 – Germania 952 morti, record nel primo giorno di lockdown – Numero record di decessi legati al Covid-19 in Germania, nel primo giorno del lockdown parziale annunciato dalla cancelliera, Angela Merkel. Secondo i dati dell’Istituto Robert Koch, i morti nelle ultime 24 ore sono stati 952, mentre i nuovi contagi 27.728. Il precedente record di vittime, su base giornaliera, era stato di 598. Il Paese è entrato oggi in lockdown nazionale, fino al 10 gennaio, nel tentativo di contenere l’impatto della seconda ondata della pandemia.

Ore 07.00 – Brasile, altri 964 morti e quasi 43 mila nuovi positivi – Il Brasile ha registrato altri 964 morti per il Covid-19; dall’inizio della pandemia le persone decedute sono 182.799. I nuovi positivi sono 42.889 per un totale di 6.970.034 casi confermati.

Ore 06.30 – Studio: New York ha perso 70 mila abitanti e 34 miliardi – La regione di New York ha perso circa 70.000 residenti e 34 miliardi di dollari di redito. La stima è contenuta in uno studio pubblicato oggi e che prende in esame il periodo che va da gennaio agli inizi di dicembre. Dall’inizio della pandemia, migliaia di famiglie benestanti hanno lasciato la metropoli per i sobborghi se non il Vermont o la Pennsylvania.  Secondo la società di statistica sulla mobilità Unacast, circa 3,5 milioni di persone si sono trasferite nell’area metropolitana di New York, mentre 3,57 milioni sono rimaste tra il primo gennaio e il 7 dicembre. Questi dati si basano su dati raccolti su smartphone con il consenso dei loro proprietari. Una volta raccolte, le informazioni vengono aggregate e rese anonime.

Ore 06.00 – Canada, accordo con Moderna per anticipare arrivo vaccino – Il Canada ha annunciato un accordo per ricevere consegne anticipate del vaccino Moderna Covid-19 in mezzo a un’ondata di nuovi casi che stanno imponendo nuove restrizioni sanitarie in tutto il Paese. “Il Canada ha ora un contratto per ricevere fino a 168.000 dosi del vaccino Moderna Covid-19 prima della fine di dicembre, in attesa dell’approvazione di Health Canada”, ha detto il primo ministro Justin Trudeau in una conferenza stampa. All’inizio di dicembre, il Canada ha anticipato alcune consegne del vaccino Pfizer/BioNTech, che ha ricevuto l’approvazione delle autorità farmaceutiche la scorsa settimana. Prima di questi accordi, le prime consegne erano state previste all’inizio del prossimo anno. “Abbiamo ora confermato che la prossima settimana riceveremo circa 200.000 del nostro ordine totale di dosi anticipate da Pfizer”, ha aggiunto il premier.

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE, COSA È SUCCESSO IERI NEL MONDO

Fauci: “Vaccino per Biden e Harris il prima possibile” – Il presidente eletto Joe Biden e la sua vice Kamala Harris dovrebbero vaccinarsi per il Covid il prima possibile per “ragioni di sicurezza”. Lo ha dichiarato il virologo statunitense Antohny Fauci, che, intervistato dalla Abc News, ha aggiunto: “Si vuole che Biden sia completamente protetto quando assumerà la presidenza a gennaio”. sostenendo che il siero dovrebbe essere somministrato anche al presidente uscente, Donald Trump, nonostante sia già stato contagiato a ottobre.

Regno Unito: oltre 18mila casi e 506 morti – Nelle ultime 24 ore il Regno Unito ha registrato altri 18.450 casi di Coronavirus e 506 morti, oltre il doppio rispetto ai 232 decessi di ieri. Un andamento preoccupante della pandemia che rischia di costringere il governo britannico a revocare i cinque giorni di allentamento delle restrizioni (23-27 dicembre) che aveva promesso alle famiglie per festeggiare il Natale.

Coronavirus ultime notizie | Pfizer pronta a consegna entro 3 giorni da ok Ema – La Pfizer è pronta alla consegna delle dosi di vaccino previste in Europa anche in caso di approvazione anticipata da parte dell’Ema, come sembra possibile vista la nuova riunione fissata il 21 dicembre. Se e quando il candidato vaccino sarà approvato, Pfizer utilizzerà mezzi di trasporto via terra e via aerea per consegnare direttamente il siero ai punti di utilizzo entro tre giorni dalla partenza della spedizione dagli stabilimenti. Pfizer, insieme a BioNTech, prevede di fornire fino a 50 milioni di dosi entro la fine del 2020 e circa 1,3 miliardi di dosi entro la fine del 2021 a livello mondiale. Con l’Europa l’accordo è di 200 milioni di dosi, più opzionali 100 milioni, a partire da fine anno.

Pfizer valuta di ampliare produzione con altri siti – Pfizer sta valutando altri siti di produzione per il vaccino contro il Covid che per primo sarà distribuito in Europa presumibilmente entro fine anno. È quanto si apprende da fonti dell’azienda, che spiegano come la multinazionale si stia premunendo rispetto al possibile aumento della richiesta. Al momento i siti produttivi sono quattro, tre negli Stati Uniti e uno in Belgio, cui se ne aggiunge uno della partner BioNTech in Germania.

Usa: primo caso di visone selvatico contagiato – Negli Stati Uniti è scattato l’allarme Covid tra i visoni: nello Utah è stato trovato il primo caso di positività in un esemplare di animale selvatico, cioè che non fa parte di un allevamento. Lo ha comunicato il dipartimento dell’Agricoltura, che ha inviato i dati all’Organizzazione mondiale della Sanità. la novità, rispetto ai recenti casi in Danimarca, sta proprio nel fatto che questo è il primo visone non in cattività a risultare contagiato. Esemplari di altre specie selvatiche, sottoposti a test, sono risultati tutti i negativi.

Capo sicurezza Trump malato per tre mesi, gamba amputata – Il capo della sicurezza alla Casa Bianca, Crede Bailey, ha portato segretamente avanti la sua battaglia contro il Covid-19 per tre mesi. Alla fine si è salvato ma a un prezzo molto alto: ha subìto l’amputazione della parte inferiore della gamba destra. “E’ stato il caso più grave alla Casa Bianca”, ha rivelato il sito di news Bloomberg, e ha riguardato uno dei “più forti sostenitori di Donald Trump”. La sua malattia non era stata resa pubblica su richiesta della famiglia. Bailey, un uomo alto, corpulento, dal viso bonaccione, si è ammalato a settembre: le sue condizioni si sono subito aggravate e sono poi faticosamente migliorate nei mesi successivi. Su GoFundMe un amico ha avviato una raccolta fondi per pagargli la riabilitazione e comprargli una sedia a rotelle speciale. Sono arrivati 35 mila dollari in donazioni. La Casa Bianca non ha voluto dire se il presidente ha partecipato alla raccolta.

Covid: von der Leyen, bene Ema; primi vaccinati entro 2020 – “Ogni giorno conta” nella lotta contro il tempo “per autorizzare i vaccini per il Covid-19 sicuri ed efficaci” e l’Ue sta lavorando “a tutta velocità”. Per questo motivo  “accolgo con favore la notizia dell’Ema” che “anticipa la sua riunione a prima di Natale per discutere del vaccino Pfizer/BioNTech”. “Probabilmente i primi europei saranno vaccinati entro la fine del 2020!”. Lo scrive su Twitter La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

Ema: riunione straordinaria su vaccino Pfizer il 21 dicembre – L’Ema, l’agenzia europea del farmaco, ha annunciato una riunione straordinaria per il 21 dicembre, giorno in cui dovrebbe essere approvato il vaccino Pfizer-BioNTech, la cui riunione di approvazione era inizialmente prevista per il 29 dicembre. “Il comitato per i medicinali per uso umano dell’Ema e i suoi esperti hanno lavorato intensamente nelle ultime settimane per valutare i dati presentati da Pfizer e BioNTech nel contesto della domanda di autorizzazione all’immissione in commercio condizionale” del vaccino anti-Covid fa sapere Ema. “La velocità di avanzamento dipende da una valutazione solida e completa della qualità, sicurezza ed efficacia ed è determinata dalla disponibilità di informazioni aggiuntive da parte dell’azienda per rispondere alle domande sollevate durante la valutazione. Dopo aver ricevuto ieri sera i dati aggiuntivi richiesti all’azienda e in attesa dell’esito della sua valutazione, è stato ora programmato un incontro eccezionale del comitato per il 21 dicembre per concludersi, se possibile. La riunione prevista per il 29 dicembre verrà mantenuta se necessario”. L’Ema, si legge ancora, “concluderà la sua valutazione il prima possibile e solo una volta che i dati sulla qualità, sicurezza ed efficacia del vaccino saranno sufficientemente solidi e completi per determinare se i benefici del vaccino superano i suoi rischi”.

Coronavirus ultime notizie | Fda: vaccino Moderna sicuro ed efficace – Il vaccino di Moderna è sicuro ed efficace al 95%. Lo dice l’Fda, aprendo dunque la strada all’autorizzazione di emergenza negli Stati Uniti.

Austria: riapertura scuola in presenza slitta – In Austria la scuola riprenderà in presenza a partire da lunedì 11 gennaio e non il giorno 7 come inizialmente programmato. Lo ha annunciato il ministro dell’Istruzione, Heinz Fassmann, parlando con i media. Secondo il ministro “gli insegnanti e soprattutto gli studenti dovrebbero avere abbastanza tempo nei giorni successivi il Capodanno per essere testati, vogliamo riprendere l’anno scolastico in salute”.

Ministro Israele: “Al via vaccinazione il 23 dicembre” – Israele punta ad avviare la campagna vaccinazioni contro il Covid il 23 dicembre. Lo ha riferito il ministero della Salute, precisando che il siero verrà somministrato inizialmente a medici e operatori sanitari, e a seguire over 60 e coloro che soffrono di malattie croniche.

Leggi anche: 1. Quali sono le Regioni dove il Covid uccide di più in Italia /2. Dopo la Germania anche l’Olanda in lockdown a Natale. Londra torna “zona rossa”/3. Covid, il prof. Remuzzi: “Se il 95% dei cittadini seguisse alla lettera le regole, il virus farebbe molta fatica a circolare”/4. Covid, Burioni sul vaccino Moderna: “Blocca anche la trasmissione, così il virus è finito”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

6
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.