Covid ultime 24h
casi +8.561
deceduti +420
tamponi +143.116
terapie intensive +21

Coronavirus, “Trump ha offerto una somma enorme per esclusiva Usa su vaccino tedesco”

La CureVac, che opera a stretto contatto con l'istituto pubblico di ricerca Paul-Ehrlich-Institut e sta lavorando a un vaccino contro il Coronavirus, avrebbe rifiutato una generosissima offerta di Donald Trump

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 16 Mar. 2020 alle 11:23 Aggiornato il 16 Mar. 2020 alle 14:09
861
Immagine di copertina

Scienziati e ricercatori sono all’opera per trovare cure e vaccini per il Coronavirus. E le possibilità che presto si possa avere un farmaco non sono così remote. “Le terapie potrebbero arrivare in 6 mesi – spiega Giovanni Rezza, direttore del Dipartimento Malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità -, ma se si tratta di farmaci già noti anche prima”.

Nel frattempo la corsa al vaccino sta scatenando anche una guerra economica tra Stati Uniti e Germania. Oggetto del contendere un potenziale vaccino contro il Coronavirus sul quale stanno lavorando gli scienziati tedeschi della casa biofarmaceutica CureVac. L’indiscrezione, trapelata dal quotidiano tedesco Die Welt, ricorda la trama dei più spaventosi film hollywoodiani. La CureVac, che opera a stretto contatto con l’istituto pubblico di ricerca Paul-Ehrlich-Institut e sta lavorando a un vaccino contro il Coronavirus, avrebbe rifiutato una generosissima offerta di Donald Trump.

Il presidente americano avrebbe messo sul tavolo una somma enorme – il quotidiano Welt parla di un miliardo di euro – per accaparrarsi azienda e ricercatori, e tenersi il vaccino in esclusiva per gli Stati Uniti. Una proposta che fa rabbrividire in tempi di pandemia, e che il top manager Christof Hettich ha respinto con parole nette: “Vogliamo sviluppare un vaccino per tutto il mondo e non per singoli Paesi”. Ma secondo il quotidiano berlinese, il governo Merkel avrebbe condotto nell’ultimo periodo colloqui serrati con l’azienda, alla quale avrebbe anche fatto una controfferta.

In Germania i casi di contagio attualmente superano quota 4.500, secondo il conteggio realizzato dalla Zeit: un aumento di 2.000 in due giorni. A quanto scrive il quotidiano tedesco, per contrastare il blitz di Trump, rappresentanti dell’esecutivo di Angela Merkel starebbero trattando direttamente con la CureVac. “Il governo tedesco è molto interessato al fatto che vaccini e altre sostanze utili contro il Coronavirus vengano sviluppati anche in Germania e in Europa”, ribadisce al giornale berlinese un portavoce del ministero della Sanità. “In questo senso, il governo è attualmente impegnato in uno scambio molto intenso con la CureVac”.

Leggi anche: 1. Il paradosso dei tamponi per il Coronavirus: se un calciatore è positivo fanno test a tutta la squadra, ma non ai medici in prima linea /2. Mascherine gratis per tutti: l’azienda italiana tutta al femminile che ha convertito la produzione industriale per il Coronavirus

3. Coronavirus, i ricercatori cinesi in Italia: “Vi abbiamo portato il plasma con gli anticorpi” /4.“Una nave da crociera trasformata in ospedale contro il Coronavirus: vi spiego perché è una buona idea” (di L. Telese)

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

861
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.