Covid ultime 24h
casi +19.143
deceduti +91
tamponi +182.032
terapie intensive +57

“Scappate, ha il coronavirus!”: il grido dopo lo svenimento di un passeggero in metropolitana | VIDEO

Un ragazzo sviene in metropolitana e i suoi amici spaventano gli altri passeggeri: "È infetto!", urlano. Ma era solo uno scherzo

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 12 Feb. 2020 alle 08:24 Aggiornato il 12 Feb. 2020 alle 10:56
113

“Scappate, ha il coronavirus!”: il grido dopo lo svenimento di un passeggero in metropolitana | VIDEO

“Scappate, è infetto dal coronavirus”. Questo il grido che ha fatto spaventare dei passeggeri in metropolitana, lanciato da alcuni amici del ragazzo che, improvvisamente, è caduto a terra in preda ad un attacco epilettico. In verità, però, si trattava di uno scherzo decisamente non divertente e che potrebbe costare molto caro al suo protagonista, uno youtuber che ha voluto “prendere in giro” la psicosi delle persone dovuta all’epidemia del pericoloso virus cinese.

Lo scherzo è stato compiuto lo scorso 2 febbraio nella metropolitana di Mosca, nello specifico tra la fermata Polezhayevskaya e Ulitsa 1905 Goda. Gli amici del giovane, complici del finto attacco epilettico, hanno ripreso la scena e il video, caricato sul canale YouTube Kara Prank, è poi stato rimosso dalle autorità. Secondo quanto riferito dalla polizia locale il ragazzo è stato arrestato e si trova attualmente sotto custodia, mentre sono ricercati anche i suoi amici.

“Il giovane è caduto a terra, imitando un attacco improvviso, provocando il panico tra i passeggeri”, hanno raccontato alcuni funzionari della metropolitana. Il ragazzo sarebbe un 25enne cittadino del Tagikistan, di nome Karomatullo Dzhaborov. Tale episodio, comunque, non è il primo del genere che si è verificato nella metro della capitale russa: negli scorsi giorni sono infatti partite diverse segnalazioni di scherzi legati alla “psicosi coronavirus”.

Leggi anche:

Il coronavirus adesso ha un nome ufficiale: per l’Oms si chiama Covid-19

A Milano la “Notte delle bacchette”, serata di solidarietà alle comunità orientali colpite dal coronavirus

Da Singapore alle Alpi svizzere fino a Brighton: è Steven Walsh il “Super Untore” del Coronavirus

113
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.