Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:30
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Corea del Nord: Kim Jong-un fa giustiziare i funzionari responsabili del vertice fallito con gli Usa

Immagine di copertina

Corea del Nord: Kim Jong-un fa giustiziare negoziatori del summit con Usa | 

Corea del Nord negoziatori giustiziati Kim Jong-un – Giustiziati per aver fallito il secondo summit con gli Usa dello scorso febbraio. È la sorte toccata ad alcuni funzionari della Corea del Nord, ritenuti responsabili dal leader Kim Jong-un responsabili del fallimento dei negoziati con Donald Trump.

Ad affermarlo è il quotidiano della Corea del Sud Chosun Ilbo che ricostruisce la vicenda con diversi particolari.

A finire sotto il plotone d’esecuzione, schierato all’aeroporto di Mirim, sono stati il capo negoziatore Kim Hyok-cho e altri quattro funzionari senior.

La fucilazione è avvenuta a marzo, pochi giorni dopo il vertice di Hanoi, datato 28 febbraio, in cui Donald Trump abbandonò il summit dopo aver accusato la Corea del Nord di mentire.

Oltre ai funzionari uccisi, Kim Jong-un avrebbe deciso anche di condannare ai lavori forzati il suo ex braccio destro Kim Yong-chol, sparito dalla circolazione già da qualche settimana, e rinchiudere la funzionaria del Dipartimento del Fronte Unito Kim Song-hye in un campo di prigionia.

Stessa sorte che dovrebbe essere toccata a Shin Hye-yong, accusata di aver “macchiato” l’autorità nordcoreana a causa di un errore di traduzione durante il vertice di Hanoi.

Il Rodong Sinmun, organo ufficiale del regime, ha di fatto confermato le purghe di Kim Jong-un parlando di “traditori e ribelli che hanno rinunciato alla fedeltà morale verso il leader, i quali non eviteranno il giudizio severo della rivoluzione”.

Il dittatore della Corea del Nord non è nuovo a simili atti. Nel 2003, infatti, Kim Jong-un fece giustiziare suo zio Jang Song-taek e tutta la sua famiglia per alto tradimento.

Lo zio, che era stato il suo tutore nonché numero due, era stato accusato di aver organizzato un golpe contro il nipote.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, Johnson annuncia la fine delle restrizioni: ma la pandemia corre ancora
Esteri / Eruzione Tonga, Nasa: “500 volte più potente della bomba atomica su Hiroshima”
Esteri / Tonga: arrivano i primi aiuti dopo l’eruzione, ma le autorità temono che i soccorritori possano portare uno “tsunami di Covid”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, Johnson annuncia la fine delle restrizioni: ma la pandemia corre ancora
Esteri / Eruzione Tonga, Nasa: “500 volte più potente della bomba atomica su Hiroshima”
Esteri / Tonga: arrivano i primi aiuti dopo l’eruzione, ma le autorità temono che i soccorritori possano portare uno “tsunami di Covid”
Esteri / Nizza, spari in centro durante un blitz della polizia: un morto
Esteri / Gerusalemme, primo sfratto da cinque anni a Sheikh Jarrah: Israele demolisce la casa di una famiglia palestinese
Esteri / Ucraina, Blinken invita Putin a scegliere una via pacifica
Esteri / Arrestati in Congo gli assassini dell’ambasciatore Attanasio. “Volevano rapirli”
Esteri / Regno Unito, al via test per settimana lavorativa di 4 giorni
Esteri / Covid, in calo i contagi nel Regno Unito. L’Oms: “La fine della pandemia non è lontana”
Esteri / Roberta Metsola è la nuova presidente del Parlamento Europeo: “Onorerò David Sassoli”