Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:44
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

La Corea del Nord ha condannato a morte la ex presidente della Corea del Sud

Immagine di copertina

Park Geun-hye è stata destituita a marzo per uno scandalo di corruzione. Pyongyang pretende che Seoul la consegni alle sue autorità, accusandola di un “complotto“

L’agenzia di stampa della Corea del Nord KCNA ha rivelato che il governo di Pyongyang ha condannato a morte la ex presidente della Corea del Sud, Park Geun-hye e il suo capo dei servizi segreti, Lee Byung-ho. La coppia avrebbe complottato per uccidere Kim Jong Un.

Il governo nord coreano pretende che Seoul consegni i condannati alle sue autorità. La presidente Park è stata destituita a marzo per uno scandalo di corruzione ed è al momento detenuta in attesa di processo. 

L’agenzia KCNA non ha rivelato nessuna delle prove del complotto che il governo di Pyongyang sostiene di avere ma lunedì 26 giugno, il giornale giapponese Asahi Shimbun, ha riferito che nel 2015 Park Geun-hye aveva organizzato un piano per eliminare Kim Jong Un.

L’Agenzia Nazionale di Intelligence della Corea del Sud (Nis) ha risposto che la notizia di un complotto per uccidere il leader nord coreano non ha alcun fondamento.

“Dichiariamo in patria e all’estero che condanneremo a morte la traditrice Park Geun-hye e l’ex direttore dei servizi di intelligence dello stato fantoccio della Corea del Sud”, ha dichiarato l’agenzia KCNA.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Lumache giganti invadono il Sud della Florida: una città in quarantena
Esteri / Burkina Faso, strage di cristiani in un villaggio. Ci sono almeno 22 morti
Esteri / Chi è Robert Crimo, il rapper arrestato per la sparatoria del 4 luglio in Illinois
Ti potrebbe interessare
Esteri / Lumache giganti invadono il Sud della Florida: una città in quarantena
Esteri / Burkina Faso, strage di cristiani in un villaggio. Ci sono almeno 22 morti
Esteri / Chi è Robert Crimo, il rapper arrestato per la sparatoria del 4 luglio in Illinois
Esteri / Guerra in Ucraina. Nato: Stoltenberg, avviata ratifica adesione Svezia-Finlandia
Esteri / Usa, sparatoria alla parata del 4 luglio nell’area di Chicago: “almeno 5 morti e 16 feriti”
Esteri / Ricky Martin accusato di violenza domestica nei confronti dell’ex
Esteri / Usa, 25enne afroamericano ucciso con 60 colpi di pistola dalla polizia durante in inseguimento: il video
Esteri / Anticipazione TPI – Il razzismo verso afroamericani e minoranze negli Usa raccontato da “Il fattore umano”
Esteri / Guerra in Ucraina, Mosca: "Occidente non permette la pace”. Kiev: “Negoziati solo dopo cessate il fuoco”
Esteri / Usa, in Texas torna in vigore una legge del 1925 che vieta l’aborto e lo punisce col carcere