Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:09
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Stasera i Rolling Stones a Cuba, dopo decenni di avversione al rock da parte del regime

Immagine di copertina

Dopo il presidente Obama, Cuba si prepara ad accogliere la storica band britannica, che diventerà il primo gruppo rock internazionale a suonare nell'isola

Dopo l’arrivo del presidente degli Stati Uniti Barack Obama,
che ha svolto la sua visita di stato dal 20 al 22 marzo, Cuba si prepara ad
accogliere un’altra visita molto attesa nell’ambito delle recenti politiche di disgelo tra l’isola e i paesi occidentali: quella dei Rolling Stones.

La storica rock band britannica è arrivata giovedì 24 marzo nella
capitale L’Avana, e oggi venerdì 25 si esibirà in un concerto gratuito in città
che dovrebbe segnare la fine dell’avversione del regime cubano nei confronti del rock.

Il 22 marzo il gruppo aveva rilasciato un video in cui, su
un montaggio di immagini dei loro concerti, i membri del gruppo salutavano l’isola
con un “Hola Cuba!”, e il leader Mick Jagger faceva sfoggio del suo spagnolo
dicendo: “Siamo molto felici di suonare per voi. Abbiamo suonato in molti
luoghi incredibili, ma questo spettacolo all’Avana per noi sarà storico, e
speriamo che lo sia anche per tutti voi. Grazie per il vostro benvenuto nel
vostro bellissimo paese. Vi aspettiamo tutti il 25 marzo alla Ciudad Deportiva
dell’Avana”.

Questo il video:

Alla luce di questo apparente amore reciproco, sembra assurdo
ricordare che dopo la rivoluzione cubana i gruppi musicali stranieri come i
Rolling Stones furono a lungo considerati sovversivi e bloccati dalle radio,
costringendo i cubani ad ascoltare clandestinamente la loro musica. “Il
tempo cambia tutto”, ha commentato pragmaticamente Mick Jagger una volta
atterrato all’aeroporto dell’Avana.

Gli Stones hanno aggiunto Cuba a una serie di date
sudamericane del loro ultimo tour, diventando così le prime grandi star
internazionali del rock a suonare nell’isola.

Ti potrebbe interessare
Esteri / I video dell’esecuzione dei civili a Bucha: le nuove prove pubblicate dal New York Times
Economia / Il paradosso delle sanzioni: dall’invasione l’Italia ha quadruplicato le importazioni di petrolio russo
Esteri / Sfida sui ghiacci: la guerra dell’Artico tra Nato e Russia
Ti potrebbe interessare
Esteri / I video dell’esecuzione dei civili a Bucha: le nuove prove pubblicate dal New York Times
Economia / Il paradosso delle sanzioni: dall’invasione l’Italia ha quadruplicato le importazioni di petrolio russo
Esteri / Sfida sui ghiacci: la guerra dell’Artico tra Nato e Russia
Esteri / La figlia di Putin sta con uno Zelensky: la relazione segreta di Katerina con il coreografo Igor
Cronaca / Mali, tre italiani e un togolese rapiti da uomini armati: sequestrata una coppia con bambino
Esteri / Nato, Mosca alla Svezia: “Convochi referendum, il sostegno è basso”
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky: "Fase finale sarà più sanguinosa". Mosca: "Azovstal è nostra"
Esteri / Vaiolo delle scimmie, l’Oms avverte: “Quadro in rapida evoluzione”
Esteri / Sparatoria in una scuola in Germania: almeno un ferito, fermato un sospetto
Esteri / La gaffe di George W. Bush: “La brutale invasione dell’Iraq… volevo dire “dell’Ucraina” | VIDEO