Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:25
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Come inviare aiuti in Ucraina, tutto quello che sappiamo

Immagine di copertina

Come aiutare chi è in Ucraina, cosa inviare, a chi rivolgersi

L’Ucraina è stata invasa dalla Russia in data 24 febbraio 2022. Da quel momento è una continua corsa bellica e umanitaria. Sono più di un milione i profughi che hanno lasciato la propria nazione assediata dai russi, tantissimi i civili che hanno deciso di restare, rintanati nei bunker nella speranza che le bombe smettano di cadere. Ma come possiamo aiutare chi è in Ucraina? Quali sono gli aiuti concreti da sostenere in queste circostanze? Cosa possiamo donare, tra cibo, soldi e medicine? E, soprattutto, a chi dobbiamo rivolgerci?

Cosa inviare e a chi rivolgersi

Ci sono diversi modi per dare un aiuto importante all’Ucraina in questo momento, aiuti ai civili ma anche alle forze militari della nazione presa di mira dalla potenza russa. Chi vuole versare donazioni può rivolgersi ad esempio alla Croce Rossa Italiana, che ha lanciato una raccolta fondi per aiutare chi è in mancanza d’acqua, cibo, assistenza sanitaria ed elettricità. Così come è presente la Caritas. In Italia Croce Rossa Italiana, UNHCR e UNICEF raccolgono fondi tramite sms. Ecco com’è possibile donare:

  • 2 euro al 45525 con SMS inviato da cellulare WINDTRE, TIM, Vodafone, Iliad, PosteMobile, Coop Voce, Tiscali;
  • 5 euro al 45525 con chiamata da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile;
  • 5 e 10 euro al 45525 con chiamata da rete fissa TIM, Vodafone, WINDTRE, Fastweb e Tiscali.

Le donazioni a cosa servono? I fondi raccolti in questo caso dalle tre organizzazioni verranno utilizzati a favore delle famiglie colpite dalla guerra in Ucraina, per prestare immediate cure mediche, dare loro acqua potabile, coperte e tutto ciò che possa dare loro conforto in un momento così destabilizzante, anche supporto psicologico.

Per i bambini, Save the Children ha lanciato una raccolta fondi e l’utente può scegliere quanto donare attraverso carta di credito, Pay Pal e altri metodi di pagamento. Si può sostenere anche Medici Senza Frontiere, che supportano ospedali e centri sanitari dell’Ucraina.

Chi non vuole versare bonifici, può dare un aiuto concreto all’Ucraina anche alla vecchia maniera. Raccogliendo fisicamente cibo, indumenti, medicine e altri beni di prima necessità può individuare il punto raccolta del proprio comune o della propria provincia e dare il proprio contributo. Cosa può servire? Tutto ciò che è possibile mangiare con il minimo sforzo, quindi cibo in scatola, latte (anche in polvere) per i bambini, carne in scatola, salse pronte, pannolini e assorbenti. Così come le medicine.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Due anni di guerra e un’America sempre più lontana: l’Europa è al bivio
Esteri / Biden: “Putin è un figlio di put**na e Trump è di una razza diversa”. Il Cremlino: “Modi da cowboy”
Esteri / Los Angeles, minaccia la polizia con una forchetta di plastica: ucciso
Ti potrebbe interessare
Esteri / Due anni di guerra e un’America sempre più lontana: l’Europa è al bivio
Esteri / Biden: “Putin è un figlio di put**na e Trump è di una razza diversa”. Il Cremlino: “Modi da cowboy”
Esteri / Los Angeles, minaccia la polizia con una forchetta di plastica: ucciso
Esteri / Israele, il ministro Gantz: "Primi segnali di un accordo sugli ostaggi". Gaza, il bilancio sale a 29.410 vittime
Esteri / Julian Assange, conclusa l’udienza finale: i giudici rinviano il verdetto sull’appello contro la procedura di estradizione
Esteri / Ilaria Salis incontra il deputato Ciani nel carcere di Budapest: “Condizioni migliori dopo il clamore in Italia”
Esteri / “Navalny ucciso con un colpo al cuore”: l’ipotesi del Times
Esteri / Gaza, il principe William: “Troppi morti, basta guerra”
Esteri / Usa all'Aia: "L'attacco del 7 ottobre dimostra esigenze di sicurezza di Israele". Knesset vota contro creazione "unilaterale" Stato palestinese
Esteri / La Russia bandisce Radio Free Europe/Radio Liberty: è una “organizzazione indesiderabile”