Covid ultime 24h
casi +12.415
deceduti +377
tamponi +211.078
terapie intensive -17

Scoperta “Cappella Sistina” della Foresta Amazzonica: è una delle più grandi collezioni di arte rupestre

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 30 Nov. 2020 alle 07:50 Aggiornato il 1 Dic. 2020 alle 23:58
5.7k
Immagine di copertina
Credits: Wild Blue Media

Colombia, scoperta “l’antica Cappella Sistina” della Foresta Amazzonica

Un team di archeologici ha scoperto una delle più grandi collezioni al mondo di arte preistorica rupestre nella Foresta Amazzonica. Definita “l’antica Cappella Sistina” per la precisione dei dipinti, gli studiosi hanno ritrovato decine di migliaia di pitture lungo quasi 12 chilometri di pareti rocciose in Colombia. Le raffigurazioni di animali ormai estinti come il mastodonte – una specie preistorica di elefante tipica del sud America – il bradipo gigante o i cavalli dell’era glaciale hanno permesso agli scienziati di risalire alla data di creazione dell’arte rupestre: gli esemplari di animali raffigurati sulla roccia sono stati avvistati per la prima volta dai primi esseri umani giunti in Amazzonia quasi 12.500 anni fa.

Credits: Wild Blue Media

Le pitture raffigurano così una delle civiltà più antiche mai esistita. La scoperta risale allo scorso anno, ma non è stata annunciata fino ad ora poiché sarà parte della serie di Channel 4 in programma a dicembre Jungle Mystery: Lost Kingdoms of the Amazon. Il sito si trova nella Serranía de la Lindosa: la regista del documentario, Ella Al-Shamahi, archeologa ed esploratrice, ha detto al the Guardian che “è così nuovo che non gli hanno ancora dato un nome”. Eccitata per aver avuto la possibilità di ammirare un’arte creata migliaia di anni fa, Al Shamahi ha definito la scoperta “mozzafiato”.

Credits: Wild Blue Media

Leggi anche: 1. Amazzonia, cosa c’entra la deforestazione con l’industria della carne | VIDEO 2. Coronavirus in Amazzonia, il fotografo Salgado: “È il genodicio degli indigeni”. E Bolsonaro mette all’asta i suoi lavori

5.7k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.