Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:39
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La Cina darà la residenza a 13 milioni di persone

Immagine di copertina

Questa registrazione, detta anche hukou, renderà possibile l'accesso alle cure mediche e all'istruzione per i cittadini che ne sono esclusi

Il governo di Pechino ha annunciato che darà la residenza ai cittadini che non sono ancora registrati. Con questa manovra il governo vuole rendere possibile l’accesso ai servizi sanitari a circa 13 milioni di persone che attualmente sono escluse dalle cure mediche in Cina.

Questo tipo di registrazione della residenza è detta anche “hukou” ed è necessaria se una persona si vuole sposare, aprire un conto in banca, stipulare un’assicurazione medica e ottenere l’accesso all’istruzione di base.

Molte persone non hanno la residenza perché non sono state registrate alla nascita in quanto secondi figli nati in famiglie povere durante la politica del figlio unico in Cina, oppure si tratta di orfani, o senza fissa dimora.

“È un diritto fondamentale peri i cittadini cinesi di registrarsi per l’hukou. Ed è anche un presupposto perché i cittadini possano partecipare alla vita sociale godendo di tutti i diritti e i doveri”, si legge in una nota rilasciata dal governo.

La registrazione dovrebbe avvenire a prescindere dalle politiche di pianificazione familiare e di altri limiti imposti dalla legge.

A ottobre il Partito comunista cinese aveva annunciato, dopo 35 anni, la fine della politica del figlio unico, permettendo così alle coppie di avere due figli.

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Esteri / Elezioni in Germania: chi sarà il successore di Angela Merkel. La guida al voto
Esteri / Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza