Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Obama ha proposto un piano per chiudere definitivamente il carcere di Guantanamo

Immagine di copertina

Il campo di prigionia degli Stati Uniti a Cuba è da anni al centro di numerose polemiche per le condizioni dei detenuti che vi sono reclusi

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha reso noto un piano per la chiusura del carcere all’interno della base militare statunitense di Guantanamo, situata sull’isola di Cuba.

Il carcere è stato aperto nel 2002 con l’obiettivo di ospitare i detenuti catturati durante la guerra in Afghanistan e ritenuti collegati al terrorismo. Complessivamente, da quando è stato aperto, sono state 800 le persone che vi sono state recluse. Al momento sono 91.

Riguardo le condizioni dei detenuti e il loro status giuridico, la struttura carceraria di Guantanamo è sempre stata al centro di polemiche.

Lo status dei reclusi, infatti, non è né di prigionieri di guerra né di detenuti per reati ordinari, fatto che permetterebbe loro di ricevere un processo ordinario.

La chiusura del carcere è sempre stato un obiettivo dell’amministrazione di Barack Obama, che proporrà dunque al Congresso un piano per la chiusura definitiva della struttura con conseguente trasferimento dei 91 detenuti che vi sono ancora reclusi.

Il Pentagono ha proposto che questi vengano trasferiti nei rispettivi paesi d’origine. Il governo degli Stati Uniti spende ogni anno circa 430 milioni di euro per la manutenzione del campo di prigionia.

— ALL’INTERNO DI GUANTANAMO Viaggio fotografico nel campo di prigionia più famoso al mondo

Ti potrebbe interessare
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Ti potrebbe interessare
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"