Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:26
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Trovata una nuova specie di tartaruga gigante alle Galapagos

Immagine di copertina

Eastern Santa Cruz è la quindicesima specie di tartaruga gigante scoperta al mondo

Un gruppo di scienziati ha scoperto una nuova specie di tartaruga gigante nelle Isole Galapagos. La Eastern Santa Cruz, o Chelonoidis donfaustoi, è geneticamente differente da tutte le specie finora conosciute. Per molto tempo, gli scienziati avevano pensato che tutte le tartarughe giganti dell’isola di Santa Cruz appartenessero alla stessa specie.

Il gruppo delle Eastern Santa Cruz è composto da 250 tartarughe chee vivono separate dalle altre 2mila tartarughe giganti, le Chelonoidis porteri, che vivono nella parte occidentale dell’isola.

Adalgisa Caccone, una biologa evolutiva dell’università di Yale. Ha spiegato che le due specie che vivono sull’isola di Santa Cruz hanno un guscio differente. “Il suo parente più prossimo non vive sulla stessa isola, ma su quella di San Cristobal che si trova a est” ha spiegato la biologa.

Le tartarughe giganti, che possono pesare fino a 225 chilogrammi, vivono in solo due posti al mondo: nelle Isole Galapagos dell’Oceano Pacifico, e nell’Atollo di Aldabra dell’Oceano Indiano. Mangiano erba, foglie, cactus, e frutta. Possono sopravvivere fino a un anno senza cibo o acqua.

Charles Darwin, il naturalista britannico del diciannovesimo secolo, avrebbe studiato proprio le tartarughe giganti delle Isole Galapagos, sarebbero state loro a ispirarlo mentre elaborava la teoria dell’evoluzione.

Le tartarughe sono classificate come in via d’estinzione perché sono state cacciate e usate come cibo durante lunghi viaggi in mare. Il nome scientifico della nuova specie, Chelonoidis donfaustoi, è un tributo a un ex funzionario del Parco nazionale delle Galapagos: il signor Fausto Llerena Sanchez, che è da poco andato in pensione.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista accademica scientifica Plos OneSono state catalogate finora 15 specie di tartaruga gigante nelle Galapagos.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Un nuovo Commonwealth con i Paesi europei più ostili alla Russia: il piano di Boris Johnson
Esteri / Muskgate: l’accusa di molestie e il giallo dei 250mila dollari pagati da SpaceX
Esteri / L’Oklahoma approva la legge contro l’aborto: è la più restrittiva degli Usa
Ti potrebbe interessare
Esteri / Un nuovo Commonwealth con i Paesi europei più ostili alla Russia: il piano di Boris Johnson
Esteri / Muskgate: l’accusa di molestie e il giallo dei 250mila dollari pagati da SpaceX
Esteri / L’Oklahoma approva la legge contro l’aborto: è la più restrittiva degli Usa
Esteri / La disperata fuga in auto sulle strade del Donbass tra le bombe dei russi
Esteri / Guerra in Ucraina, Lavrov, il piano di pace italiano "non è serio". L'Italia revoca 4 onorificenze ai russi "per indegnità"
Esteri / Strage in Texas, chi è Salvador Ramos: il killer che ha sparato a scuola uccidendo 19 bambini
Esteri / Dopo 11 anni, una consulente di Shell si dimette e accusa l’azienda: “Ha causato danni estremi all’ambiente”
Esteri / Elon Musk sulla crisi demografica in Italia: “Se continua così non ci saranno più italiani”
Economia / Soros scrive a Draghi: “Tasse sul gas russo per punire Putin”
Esteri / Strage in Texas, la rabbia del coach Nba Steve Kerr che irrompe in conferenza stampa: “Non parlerò di basket”