Chiama la polizia in diretta mentre il suo ex sta per ucciderla

L'episodio è accaduto nel Derbyshire, l'aggressore è stato condannato a 14 anni di carcere

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 9 Ott. 2019 alle 10:16 Aggiornato il 9 Ott. 2019 alle 10:30
56
Immagine di copertina

31enne del Derbyshire chiama la polizia mentre l’ex fidanzato sta per ucciderla

Una donna di 31anni del Derbyshire, nel Regno Unito, chiama la polizia durante l’aggressione dell’ex fidanzato, che sta per aggredirla e ucciderla.

La registrazione della telefonata immortala il momento in cui il ragazzo fa irruzione in casa della donna, Zahra Rechelle, dalla finestra.

“Potete intervenire per favore, il mio ragazzo sta entrando, sta distruggendo la porta, potete sbrigarvi?”, dice la ragazza disperata alla polizia.

Successivamente, nell’audio della telefonata, si sente la finestra rompersi e l’uomo che entra nella stanza gridando, mentre la donna lo implora di non farle del male. Lui risponde: “Sto per ucciderti”.

Poi la telefonata s’interrompe. L’uomo picchia la donna in volto, la prende a calci sul viso e la pugnala ai fianchi e alle gambe.

Quando la polizia giunge sul posto, l’aggressore impazzito, Aaron Marsden Booth, punta un coltello alla gola di Zahra minacciando gli agenti di ucciderla se non si fossero allontanati.

Ma dopo tre ore di attesa, i poliziotti riescono ad ammanettare il ragazzo, condannato adesso a 14 anni di carcere.

I due un tempo erano una coppia.

Strage in Austria: 25enne uccide fidanzata e i suoi 4 familiari

56
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.