Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:29
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

È stato ritrovato il quadro di Chagall “Otello e Desdemona” rubato a New York trent’anni fa

Immagine di copertina
Il dipinto di Marc Chagall "Otello e Desdemona" rubato trent'anni a New York è stato ritrovato. Credit: AFP

A Washington DC, negli Stati Uniti, oggi è stato ritrovato un quadro del pittore Marc Chagall che era stato trafugato nel 1988

Il quadro del pittore Marc Chagall “Otello e Desdemona” del 1911, rubato a New York trent’anni fa, è stato ritrovato oggi, 13 aprile 2018, dall’Fbi a Washington DC, negli Stati Uniti.

La tela di Chagall è rimasta nascosta in una soffitta dello stato del Maryland dentro un barile, perché il ladro, un operaio della manutenzione, non era riuscito a piazzare la tela.

Il quadro apparteneva agli Hellers, una coppia che aveva acquistato “Otello e Desdemona” negli anni Venti.

Il dipinto era stato rubato nel 1988 dal loro appartamento a Manhattan, nell’Upper East Side.

Al ritorno da una vacanza ad Aspen, in Colorado, la coppia, allora ottantenne, aveva ritrovato l’abitazione sottosopra ripulita da diversi oggetti di valore tra cui il quadro di Chagall in questione.

Il dipinto, che raffigura l’Otello di Shakespeare con una spada mentre guarda la sua sposa, Desdemona, era ancora contrassegnato con i nomi dei suoi proprietari, “Mr + Mrs ES Heller, New York”, quando l’uomo del Maryland tentò di venderlo in passato a un gallerista.

Il proprietario della galleria d’arte aveva respinto la sua offerta e non avendo documenti comprovanti la proprietà dell’opera d’arte aveva consigliato all’uomo di chiamare l’Fbi per restituire la tela.

Chi era Marc Chagall?

Marc Chagall era nato nel 1887 a Vitebsk, nell’odierna Bielorussia, da una famiglia ebrea. La sua religione e la vita popolare russa saranno motivo d’ispirazione per numerose opere.

Il mondo che ritrae ha toni spesso poetici raccontati in forme semplici, tipiche del primitivismo russo di inizio Novecento, che richiamano a una visione del mondo quasi fiabesca.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Influenza aviaria, la preoccupazione dell’Oms per la trasmissione tra umani
Esteri / Media: “Hamas valuta l’ipotesi di lasciare il Qatar”. Bombardata in Iraq una base filo-iraniana
Esteri / Israele ha lanciato un attacco contro l’Iran: colpita una base militare a Isfahan. Media: “Teheran non pianifica una ritorsione immediata”. Blinken: "Usa non coinvolti"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Influenza aviaria, la preoccupazione dell’Oms per la trasmissione tra umani
Esteri / Media: “Hamas valuta l’ipotesi di lasciare il Qatar”. Bombardata in Iraq una base filo-iraniana
Esteri / Israele ha lanciato un attacco contro l’Iran: colpita una base militare a Isfahan. Media: “Teheran non pianifica una ritorsione immediata”. Blinken: "Usa non coinvolti"
Esteri / Germania, arrestate due spie russe che preparavano sabotaggi
Esteri / Brasile, porta il cadavere dello zio in banca per fargli firmare un prestito: arrestata
Esteri / Michel: “Iran è una minaccia non solo per Israele, va isolato”. Teheran: “Potremmo rivedere la nostra dottrina nucleare di fronte alle minacce di Israele”
Esteri / La scrittrice Sophie Kinsella: “Ho un cancro al cervello, sto facendo chemioterapia”
Esteri / Serie di attacchi di Hezbollah al Nord di Israele: 18 feriti. Tajani: “G7 al lavoro per sanzioni contro l’Iran”. Netanyahu: “Israele farà tutto il necessario per difendersi”
Esteri / Copenaghen, distrutto dalle fiamme gran parte dell’edificio della Borsa | VIDEO
Esteri / L’Iran minaccia l’uso di un’arma “mai usata prima”. L’Onu: “Sono 10mila le donne uccise a Gaza dall’inizio della guerra, 19 mila gli orfani”