Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:54
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Oltre cento famiglie altoatesine antivacciniste chiedono asilo all’Austria

Immagine di copertina

Lo rivela l'attivista no-vax Reinhold Holzer, non nuovo a questo tipo di iniziative. Negli anni Novanta fuggì in Austria perché la Cassazione gli revocò la patria potestà

Dopo l’approvazione del decreto sull’obbligo di vaccinare i bambini per permetterne l’accesso a scuola, 130 famiglie altoatesine chiederanno asilo alla vicina Austria.

Non stupisce che si tratti di famiglie di Vipiteno, Bressanone, della val Venosta e della val Pusteria, cioè le zone più vicine al confine. Nella provincia di Bolzano il numero di persone vaccinate è particolarmente basso.

A dare l’annuncio della fuga oltralpe è stato Reinhold Holzer, attivista antivaccinista. “I genitori hanno già scritto al presidente italiano Mattarella, a quello austriaco Van der Bellen, come anche al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite di Ginevra. Non avveleneremo i nostri bambini”, ha dichiarato all’Ansa.

L’attivista sostiene che obbligare i genitori a vaccinare i figli costituisca una violazione dei diritti umani. “I vaccini sono una carneficina chimica”, ha detto Holzer.

Esperto di edilizia biologica, Holzer non è nuovo a questo tipo di iniziative, negli anni novanta infatti fuggì in Austria dopo che la Cassazione gli aveva revocato la potestà genitoriale proprio per non aver vaccinato i propri bambini.

Fu l’allora presidente della provincia autonoma di Bolzano, Luis Durnwalder a intervenire per permettere il ritorno di Holzer e della sua famiglia in Italia.

Intanto il 7 giugno il Consiglio provinciale di Bolzano ha approvato una mozione proposta da Andreas Pöder, con i voti favorevoli anche dei Verdi, che chiede “lo stralcio delle misure coercitive previste dal decreto sui vaccini”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Estradato dal Brasile il boss Rocco Morabito, deve scontare 30 anni di carcere
Esteri / Guerra in Ucraina, ultime notizie. Zelensky: “Difese antimissile in tutto il Paese entro fine anno”
Esteri / Vertice italo-turco, Erdogan: “Con Italia rapporti sempre più sviluppati”. Draghi: “Turchi partner, amici e alleati”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Estradato dal Brasile il boss Rocco Morabito, deve scontare 30 anni di carcere
Esteri / Guerra in Ucraina, ultime notizie. Zelensky: “Difese antimissile in tutto il Paese entro fine anno”
Esteri / Vertice italo-turco, Erdogan: “Con Italia rapporti sempre più sviluppati”. Draghi: “Turchi partner, amici e alleati”
Esteri / InvestEU: la Commissione Europea e l’italiana Cassa Depositi e Prestiti firmano il primo accordo europeo di Advisory
Esteri / Lumache giganti invadono il Sud della Florida: una città in quarantena
Esteri / Burkina Faso, strage di cristiani in un villaggio. Ci sono almeno 22 morti
Esteri / Chi è Robert Crimo, il rapper arrestato per la sparatoria del 4 luglio in Illinois
Esteri / Guerra in Ucraina. Nato: Stoltenberg, avviata ratifica adesione Svezia-Finlandia
Esteri / Usa, sparatoria alla parata del 4 luglio nell’area di Chicago: “almeno 5 morti e 16 feriti”
Esteri / Ricky Martin accusato di violenza domestica nei confronti dell’ex