Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 13:12
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Huawei sfida Trump e Google: “Abbiamo un’alternativa ad Android”

Immagine di copertina

Caso Huawei | Huawei non si arrende. Il giorno dopo la messa al bando di Google, la società cinese rilancia la sfida al gigante della Silicon Valley e alla Casa Bianca, dicendosi determinata a reagire e a trasformare quello che viene considerato come un “tradimento” in una opportunità di crescita.

Il colosso cinese delle telecomunicazioni ha dovuto reagire alla lista nera del commercio dell’amministrazione Trump in cui è finiro: Google ha bloccato gli aggiornamenti del sistema operativo Android per i dispositivi dell’azienda, i produttori di chip e microchip (Intel, Qualcomm, Xilinx, Broadcom) hanno congelato le loro forniture.

> Caso Huawei, la vicepresidente: “Gli Usa mentono, siamo affidabili”

“Gli Stati Uniti sottovalutano le nostre capacità”, è l’avvertimento lanciato dal fondatore di Huawei, Ren Zhengfei, assicurando come “la società è in grado di continuare a fornire prodotti e servizi” e come “le sanzioni statunitensi non danneggeranno il core business aziendale”.

Cosa hanno in mente? La società cinese è pronta a tirare fuori dal cassetto il piano B a cui con lungimiranza lavora da tempo, almeno dal 2012: quello di un sistema operativo tutto suo, alternativo ad Android. E poco importa se l’amministrazione statunitense nelle ultime ore ha fatto una parziale retromarcia, concedendo una tregua di 90 giorni, fino al 19 agosto, per bloccare definitivamente la fornitura di beni e servizi al colosso di Shenzhen.

Riuscirà Huawei a uscire da questo buco nero?

> Che cosa succede agli smartphone Huawei dopo lo stop agli aggiornamenti di Google
Ti potrebbe interessare
Esteri / Gaza, il principe William: “Troppi morti, basta guerra”
Esteri / L'Egitto all'Aja: "Israele sta violando il diritto internazionale". Israele, avvocato dell'esercito: “Casi di condotte criminali fra i soldati”
Esteri / La Russia bandisce Radio Free Europe/Radio Liberty: è una “organizzazione indesiderabile”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Gaza, il principe William: “Troppi morti, basta guerra”
Esteri / L'Egitto all'Aja: "Israele sta violando il diritto internazionale". Israele, avvocato dell'esercito: “Casi di condotte criminali fra i soldati”
Esteri / La Russia bandisce Radio Free Europe/Radio Liberty: è una “organizzazione indesiderabile”
Esteri / Bielorussia, morto in carcere oppositore di Lukashenko
Esteri / Russia, confermati gli arresti per il giornalista del Wsj Evan Gershkovich: resterà in carcere fino al 30 marzo
Esteri / Putin regala un’auto di lusso a Kim Jong-Un in segno di “amicizia”
Esteri / Julian Assange, udienza decisiva: l'ultimo appello contro l'estradizione negli Usa
Esteri / Usa pongono il veto al Consiglio di sicurezza Onu sulla risoluzione dell'Algeria per una tregua nella Striscia. Israele, ministro Smotrich: riportare a casa gli ostaggi "non è la cosa più importante"
Esteri / Ucraina, media: “Gli Usa valutano la fornitura di missili a lungo raggio ATACMS a Kiev”
Esteri / Papua Nuova Guinea, scontri tra tribù rivali: almeno 49 morti