Covid ultime 24h
casi +22.930
deceduti +630
tamponi +148.945
terapie intensive +9

Crede di perdere i capelli per lo stress, ragazza di 29 anni è stata avvelenata dalla muffa in casa

"Visto che i medici non riuscivano a trovare nulla, ho cominciato a pensare che fosse tutto nella mia testa"

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 12 Mar. 2019 alle 15:04 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 19:59
0
Immagine di copertina

Emma Marshall, una ragazza di 29 anni, ha scoperto di essere stata avvelenata dalla muffa presente nel suo appartamento ad Hackney, Londra.

Perdeva i capelli, aveva il corpo ricoperto di macchie e aveva notato un evidente aumento di peso. La ragazza credeva che tutto questo fosse dovuto allo stress del lavoro: “Ho cominciato a soffrire di acne, esaurimento e dolori e dolori in tutto il corpo, ma ho pensato che fosse dovuto allo stress e al lavoro. Tutti mi dicevano che lavoravo troppo, che quei sintomi altro non erano che il risultato di stress e stanchezza”.

Emma preoccupata si è rivolta al medico di famiglia per riuscire a capire quale fosse la causa dei suoi problemi. “Visto che i medici non riuscivano a trovare nulla, ho cominciato a pensare che fosse tutto nella mia testa”, ha raccontato Emma al Mirror.

Dopo il medico di base, la 29enne si è rivolta anche a uno specialista in medicina funzionale. Dopo diversi esami è emerso che nel sangue Emma aveva livelli elevati di micotossine, le tossine naturali prodotte dalla muffa.

“Non avevo mai sentito parlare prima di ora di micotossine, i cui valori nel mio sangue erano alle stelle. Il mio corpo si stava lentamente intossicando”, ha dichiarato alla stampa Emma.

“Con quest’ultimo medico – ha aggiunto Emma – ho parlato di tutto e quando gli ho sottolineato che nel 2015 avevo cambiato casa, più o meno quando ho cominciato ad avvertire i primi malesseri, ha subito collegato tutto. È come se il mio corpo fosse stato avvelenato lentamente nel corso degli anni”.

La ragazza ha voluto rendere pubblico quello che le era successo e ha pubblicato le foto dei sintomi su Instagram.

Emma Marshall ha scoperto di essere stata avvelenata dalla muffa e ha voluto raccontare la sua storia alla stampa. Nel 2015 Emma Marshall si era trasferita in un appartamento nella zona di Hackney, zona est di Londra, dopo un anno ha iniziato a sentirsi male e le sue condizioni di salute sono peggiorate.

Per curarsi ha lanciato una campagna su GoFundMe: “I trattamenti non sono coperti attualmente dal Servizio sanitario nazionale inglese. Bisogna seguire un approccio alternativo, ma ci vorrà circa un anno prima di avere anche un tipo di ringiovanimento delle cellule staminali. Non lo faccio solo per me stessa. Voglio che anche altre persone si rendano conto di quanto sia pericoloso vivere con muffe”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.