Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Canada, resti di 215 bimbi nativi americani trovati vicino ad una scuola di rieducazione per indigeni

Immagine di copertina
A sinistra: la ex scuola Kamloops Indians. A destra: il memoriale in ricordo dei bambini allestito a Vancouver

Canada: resti di 215 bimbi nativi americani trovati vicino ad una scuola per figli di indigeni

Shock in Canada, dove sono stati trovati i resti di 215 bambini appartenenti alla minoranza etnica ‘Tk’emlúps te Secwépem“, vicino a quella che un tempo era la Kamloops Indian Residential School, uno degli istituti del sistema delle cosiddette ‘Indian residential schools‘, una rete di scuole fondate dal governo e amministrate dalle Chiese cattoliche che rimuovevano i figli degli indigeni dalla loro cultura per assimilarli in quella dominante.

Come ha dimostrato la macabra scoperta, di cui ha dato notizia la Cnn, i bambini il più delle volte non venivano educati, ma erano oggetto di abusi sessuali e fisici, e molto spesso pagavano con la vita la loro “colpa” di essere diversi. La Kamloops Indian Residential era una delle scuole più grandi del Paese, e iniziò l’attività alla fine del diciannovesimo secolo sotto la gestione della Chiesa cattolica prima di passare sotto il controllo del governo nella seconda metà degli anni Sessanta, per poi chiudere i battenti nel 1978.

La scoperta di oggi conferma quello che la comunità dei nativi della British Columbia meridionale sospettava da decenni.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La variante Delta spaventa il Regno Unito: mai così tanti casi da febbraio
Esteri / Chi è Lina Khan, la nuova dirigente dell'Antitrust americano che fa tremare le Big Tech
Esteri / Covid, la Cina risponde alle accuse: “Gli scienziati di Wuhan meritano il premio Nobel”
Ti potrebbe interessare
Esteri / La variante Delta spaventa il Regno Unito: mai così tanti casi da febbraio
Esteri / Chi è Lina Khan, la nuova dirigente dell'Antitrust americano che fa tremare le Big Tech
Esteri / Covid, la Cina risponde alle accuse: “Gli scienziati di Wuhan meritano il premio Nobel”
Esteri / Omicidio Regeni, l’impertinenza egiziana: “Non c’è motivo per iniziare un processo”
Esteri / Un bisonte e un paio d'occhiali da sole: così sottovoce Biden torna a trattare con Putin
Esteri / “Forza Italia”: Patrick Zaki scrive un bigliettino per gli azzurri dal carcere egiziano
Esteri / Hong Kong, blitz della polizia negli uffici del giornale pro-democrazia: 5 arresti
Esteri / Biden regala a Putin un bisonte di cristallo: ecco cosa simboleggia
Esteri / Violentata in una casa vacanze, 29enne risarcita con 7 milioni da Airbnb
Esteri / Abusati, picchiati, derubati: quei minori stranieri respinti illegalmente alla frontiera del Nord Italia