Covid ultime 24h
casi +16.377
deceduti +672
tamponi +130.524
terapie intensive -9

Buhari vuole fermare la defecazione all’aperto in Nigeria entro il 2025

Di Stefano Mentana
Pubblicato il 21 Nov. 2019 alle 14:58 Aggiornato il 22 Nov. 2019 alle 12:06
0
Immagine di copertina

Il presidente della Nigeria Muhammadu Buhari ha preso un impegno perché il suo Paese sia “libero dalla defecazione all’aperto entro il 2025”, secondo una serie di tweet del suo portavoce Garba Shehu.

Oltre il 20 per cento dei nigeriani non ha accesso a una toilette, una statistica che il presidente ha definito “inquietante”.

Buhari ha istituito il segretariato della campagna Clean Nigeria, che garantirà che “tutti i luoghi pubblici, comprese scuole, hotel, stazioni di rifornimento, luoghi di culto, mercati, ospedali e uffici [abbiano] servizi igienici e latrine accessibili all’interno dei loro locali”.

Il presidente segue le orme del Primo ministro indiano Narendra Modi, che nel 2014 si è impegnato a porre fine alla defecazione all’aperto.

Il numero di servizi igienici in India è aumentato in modo significativo, ma un’indagine della BBC ha scoperto che molti di loro non funzionano o non vengono utilizzati per vari motivi, dalla mancanza di acqua corrente alla cattiva manutenzione alle abitudini culturali profondamente radicate.

In Nigeria, circa 87mila bambini muoiono ogni anno di diarrea, riferisce l’AFP citando i dati della Banca Mondiale.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.