Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:47
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Si traveste da sua figlia per evadere dal carcere, ma lo beccano: il boss si è suicidato in cella

Immagine di copertina

Claudino De Silva era a capo di una pericolosa gang brasiliana

Boss evade travestito dalla figlia, poi si suicida

Boss evade travestito dalla figlia, ma il piano finisce male. È la storia di Claudino De Silva, il narcotrafficante a capo di una pericolosa gang brasiliana che voleva sfruttare la straordinaria somiglianza con la figlia per evadere dal carcere di Rio De Janeiro, ma non c’è riuscito e alla fine si è tolto la vita.

Approfittando di una visita della figlia diciannovenne, il galeotto ha indossato una strana maschera in silicone, una parrucca e una felpa e ha tentato la fuga. Al suo posto, nella sua cella, ha lasciato proprio la ragazza.

Ma a un passo dall’ultimo cancello del carcere è arrivato lo stop: Claudino è stato fermato dalle guardie. Il camuffamento non aveva funzionato: l’uomo non è riuscito a calarsi bene nella parte ed è stato riportato nella sua cella.

Il boss si è suicidato

Oggi la terribile scoperta delle autorità carcerarie: il boss si è suicidato. L’uomo si è tolto la vita usando un cappio improvvisato e il suo corpo senza vita è stato ritrovato nella sua cella.

Le autorità hanno annunciato l’apertura di un’inchiesta per accertare cosa è realmente accaduto. Anche perché la storia si è svolta in una sezione di massima sicurezza.

Il boss Claudino De Silva era stato trasferito nella zona più “sicura” del carcere per evitare altre sorprese: il narcotrafficante era già scappato nel 2013 insieme ad una trentina di “compagni” usando i tunnel della fognature.

Cosa è successo alla figlia

La figlia di Claudino, Ana Gabriele Leandro da Silva, 19 anni, è sospettata di aver aiutato il padre nel suo tentativo di fuga per questo è stata arrestata ed è detenuta. Un’altra donna, incinta, è sospettata di aver nascosto gli oggetti consegnati a Claudino per mascherarsi. Il caso è in fase di registrazione nel 35mo Dipartimento a Rio de Janeiro, in Brasile.

> Rocco Morabito, chi è il boss della ‘ndrangheta evaso in Uruguay 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Ti potrebbe interessare
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Esteri / Instagram danneggia la salute mentale delle adolescenti. Facebook lo sa, ma non fa niente
Esteri / “Il burqa non è nella nostra cultura”: la campagna social delle donne afghane contro i talebani
Ambiente / Mattanza di delfini alle isole Faroe per la tradizionale caccia Grindadrap
Esteri / Israele, morto per Covid il leader dei no vax. Anche dall’ospedale incitava i suoi: “Continuate le proteste”
Esteri / “Dopo l’assalto a Capitol Hill i militari tolsero a Trump l’accesso alle armi nucleari”