Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:52
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Belgio, Petra De Sutter è la prima ministra transgender in Europa

Immagine di copertina
Petra De Sutter. Foto da Instagram

L'europarlamentare dei Verdi è stata nominata ministro della Funzione pubblica e vicepresidente del Consiglio dei ministri nel nuovo governo belga

Per la prima volta in Europa una persona transgender ricopre l’incarico di vicepremier e ministro: succede in Belgio, dove l’ecologista fiamminga Petra De Sutter, medico, docente universitaria e attivista per i diritti della comunità Lgbt, è stata nominata ministro della Funzione pubblica e vicepresidente del Consiglio dei ministri nel nuovo governo che ha giurato due giorni fa dinanzi al re.

De Sutter, 57 anni, è la prima transgender a ricoprire un incarico di questo tipo nell’Ue. Si era candidata alle elezioni europee una prima volta nel 2014 con i Verdi, diventando la prima donna transgender in una lista parlamentare di un partito politico alle elezioni europee,  ma non fu eletta. In seguito, è entrata nel parlamento belga e nel 2019 è stata eletta al Parlamento europeo, dove ha ricoperto il ruolo di presidente della commissione per il Mercato interno e la protezione dei consumatori.

Il nuovo governo, guidato dal premier liberale Alexander De Croo, è formato dalla coalizione di 7 partiti che attraversano tutto l’arco costituzionale (dai liberali ai socialisti, dai verdi ai democristiani). Le donne che compongono il governo sono in tutto 8 su 15.

La crisi politica in Belgio è durata 16 mesi, non un record per il paese, abituato alle lunghe mediazioni fra i numerosi partiti sdoppiati nelle due componenti vallona e fiamminga. L’ex premier Sophie Wilmes è ora al ministero degli Esteri.

Leggi anche: 1. “Adesso finalmente tutte le persone trans potranno decidere come chiamarsi”, a TPI parla Alexandra /2. Primo agente trans nella polizia: entra come donna, ora è un uomo

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, rifiuta di indossare una mascherina in volo e si abbassa i pantaloni: 29enne rischia fino a 20 anni
Esteri / Tonga, un uomo è sopravvissuto 27 ore in mare dopo lo tsunami
Esteri / Olanda: “Pronti a fornire supporto militare all’Ucraina”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, rifiuta di indossare una mascherina in volo e si abbassa i pantaloni: 29enne rischia fino a 20 anni
Esteri / Tonga, un uomo è sopravvissuto 27 ore in mare dopo lo tsunami
Esteri / Olanda: “Pronti a fornire supporto militare all’Ucraina”
Esteri / L’Ue ristabilisce una “presenza minima” in Afghanistan: “Ma non riconosciamo i talebani”
Esteri / L’Ucraina accusa la Russia: “Ha aumentato le forniture militari a separatisti”
Esteri / L’Austria approva l’obbligo vaccinale: è il primo Paese in Europa
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid