Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Patrigno soffoca il figlio di tre anni con il sedile dell’auto

Immagine di copertina

Un bambino piccolissimo ucciso dal compagno della madre. Alfie Lamb aveva tre anni e non è riuscito a divincolarsi, schiacciato sotto un sedile della macchina.

Zero pazienza – Stephen Waterson, 25 anni, seduto sul posto del passeggero, avrebbe abbassato il sedile per ben due volte tenendo schiacciato il viso del piccolo contro la spalliera: evitandogli, in questo modo, di respirare. Il motivo? Singhiozzava e chiamava la mamma, Adrian Hoare, di 23 anni.

In macchina – Il fatto è accaduto a sud di Londra. Anche la madre del bimbo era presente nel momento del soffocamento sull’auto: non avrebbe fatto nulla per evitare la tragedia. Ora, entrambi sono accusati di omicidio colposo. Il procuratore Duncan Atkinson, ha ricostruito la dinamica: “È stato schiacciato dal sedile dell’auto e soffocato”.

Il testimone – “Quando Waterson ha tirato fuori Alfie dalla macchina, ho sentito solo dire alla mamma: che cosa hai fatto?”, ha raccontato il testimone Marcus Richardson ascoltato dalla Corte perché quel giorno era alla guida della vettura mentre Waterson era seduto sul sedile anteriore del passeggero e la Hoare nella parte posteriore con un’altra donna, Emilie Williams.

I soccorsi – Poi hanno chiamato l’ambulanza, ma non c’era più nulla da fare. Il paramedico Jason Sammut ha raccontato che quando lui e un collega sono arrivati sul posto: “Il piccolo era a terra in arresto cardiaco, non respirava”.

Leggi anche: “Ucciso dalla matrigna nel sottoscala”

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Una persona è vecchia quando si sente tale”: la regina Elisabetta rifiuta il premio “Anziani dell’anno”
Esteri / Facebook cambierà nome: presto l’annuncio ufficiale
Esteri / Le femministe fanno causa a Miss France: “Spettacolo sessista e discriminatorio”
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Una persona è vecchia quando si sente tale”: la regina Elisabetta rifiuta il premio “Anziani dell’anno”
Esteri / Facebook cambierà nome: presto l’annuncio ufficiale
Esteri / Le femministe fanno causa a Miss France: “Spettacolo sessista e discriminatorio”
Esteri / Regno Unito, torna a fare paura il Covid: oltre 200 morti al giorno e 43mila casi. Sotto osservazione nuova mutazione
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale