Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:26
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Australia, la natura rinasce dopo gli incendi

 

A quasi due mesi dagli incendi che hanno devastato circa metà di Kangaroo Island, l’isola australiana a sud di Adelaide, sta riprendendo vita. Sugli alberi spuntano le prime foglie verdi, i canguri stanno ripopolando le zone che hanno subito i danni dei violentissimi incendi di gennaio, i koala si arrampicano sugli alberi anneriti dal fuoco, segno che la natura, piano piano, sta rimettendo le cose a posto.

australia incendi
Credit Luca Lovison/TPI

I primi incendi a Kangaroo erano scoppiati il 3 gennaio a causa di un temporale e dei numerosi fulmini che si erano abbattuti sulla vegetazione secca, dopo un periodo di scarsità delle piogge. Nel giro di pochi giorni un forte vento aveva allargato gli incendi fino alle porte della capitale, che fortunatamente è stata risparmiata dal fuoco.

australia incendi
Credit Luca Lovison/TPI

Gli abitanti di Kingscote, in piena notte, si erano ritrovati di fronte allo spettacolo terrificante di un cielo completamente rosso e avevano cominciato ad attrezzarsi con le canne dell’acqua in giardino, preoccupati. Su Kangaroo (4500 abitanti) era dovuto arrivare perfino l’esercito per scavare delle enormi fosse e seppellire gli animali morti durante gli incendi, si calcola circa 7000 capi di bestiame dagli allevamenti e almeno 30mila koala.

australia incendi
Credit Luca Lovison/TPI

Koala che in realtà, sull’isola, furono introdotti cento anni fa, quando si inaugurò il Flinders Chase National Park. Erano solo sei coppie, in un secolo erano diventati 60mila. Così tanti da minacciare la conservazione della vegetazione dell’isola e, prima degli incendi, da essere considerati un’emergenza nazionale. Alla fine, proprio le immagini dei koala feriti e ustionati hanno fatto il giro del mondo e sono diventate il simbolo dell’Australia che bruciava.

australia incendi
Credit Luca Lovison/TPI

Ora le foglie di eucalipto di cui sono ghiotti stanno spuntando di nuovo sugli alberi e non c’è immagine più bella per raccontare la rinascita di un’isola che resta uno degli spettacoli della natura più incredibili del mondo.

australia incendi
Credit Luca Lovison/TPI
Credit Luca Lovison/TPI

Credits Video e Foto Luca Lovison/TPI

Leggi anche:
Gli incendi in Australia hanno causato la morte di mezzo miliardo di animali, e nessuno ne parla
Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra in Ucraina, Russia in default sul suo debito in valuta estera, bombardamento su Odessa
Esteri / Strage di migranti a Melilla, la denuncia delle organizzazioni umanitarie. Video
Economia / La Russia è vicina al default: le sanzioni bloccano i pagamenti sui bond in dollari ed euro
Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra in Ucraina, Russia in default sul suo debito in valuta estera, bombardamento su Odessa
Esteri / Strage di migranti a Melilla, la denuncia delle organizzazioni umanitarie. Video
Economia / La Russia è vicina al default: le sanzioni bloccano i pagamenti sui bond in dollari ed euro
Esteri / Pitone da record catturato in Florida: “Pesa 100 chili ed è lungo 6 metri”. Video
Esteri / Sudafrica, 22 giovani trovati morti in un night club
Esteri / Scoperto il batterio più grande del mondo: si vede a occhio nudo
Esteri / Migranti, almeno 27 morti al confine tra Marocco e Spagna. Sanchez: “Responsabilità dei trafficanti”
Esteri / Lione, bambina di 11 mesi avvelenata con l’acido dalla maestra: voleva farla smettere di piangere
Esteri / Guerra in Ucraina. Kiev torna sotto attacco, 14 missili lanciati nella notte: un morto e cinque feriti
Esteri / Usa, assalto al Congresso dell’Arizona contro la sentenza anti-aborto: la polizia usa lacrimogeni contro i manifestanti