Covid ultime 24h
casi +9.938
deceduti +73
tamponi +98.862
terapie intensive +47

Ammazza di botte la moglie durante il matrimonio, credeva che stesse flirtando con uno degli ospiti

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 6 Ott. 2020 alle 09:09 Aggiornato il 6 Ott. 2020 alle 09:21
85
Immagine di copertina

Avevano appena celebrato il matrimonio, ma durante il banchetto la violenza del marito ha messo fine alla vita della giovane moglie. Stepan Dolgikh, 33 anni, è stato arrestato perché sospettato di aver picchiato a morte la moglie Oksana Poludentseva, 36 anni, il giorno delle nozze nel villaggio siberiano di Prokudskoye. Pare che l’uomo si sia ingelosito di un altro ospite.

I due si erano conosciuti mentre il 33enne era in carcere. L’uomo era stato condannato per omicidio, ma la donna aveva deciso comunque di sposarlo. I due hanno fatto una cerimonia con diversi amici e poi una festa privata in casa, ma a quel punto il neosposo si sarebbe ingelosito di uno degli invitati, ha accusato la moglie di avere un atteggiamento poco corretto e poi ha iniziato a picchiarla.

Secondo il racconto dei testimoni lo sposo sarebbe stato ubriaco, ha portato la donna fuori casa e ha iniziato a colpirla con calci e pugni. Poi l’ha trascinata nuovamente in casa afferrandola per i capelli, l’ha colpita in testa per poi farla di nuovo uscire e scaraventarla in un burrone. Le lesioni riportate dalla 36enne, come riporta il Daily Mail, sono state così gravi da non lasciarle scampo.

Leggi anche: Usa, bambino di 8 anni assiste all’omicidio della madre: “È stato papà”

85
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.