Covid ultime 24h
casi +20.709
deceduti +684
tamponi +207.143
terapie intensive -47

Bielorussia, Lukashenko ammette: “Forse ho governato per troppo tempo”

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 8 Set. 2020 alle 14:46 Aggiornato il 8 Set. 2020 alle 15:25
498
Immagine di copertina

Lukashenko ammette: “Seduto un po’ troppo tempo al posto di presidente”

Aleksandr Lukashenko ha ammesso di aver “seduto un po’ troppo tempo” al posto di presidente della Bielorussia, ma ha anche ribadito di essere “l’unico a poter difendere i bielorussi”. Commentando con i media russi le recenti foto in cui imbracciava delle armi, Lukashenko ha spiegato: “Significava una sola cosa, non sono scappato da nessuna parte e sono pronto a difendere il mio Paese fino alla fine”. Intanto, in Bielorussia si cercano notizie sulla scomparsa di Maria Kolesnikova, attivista rapita nel tardo pomeriggio di ieri, lunedì 7 settembre, mentre giungono ulteriori inquietanti notizie, come il licenziamento di numerosi giornalisti filo-democratici che avrebbero perso il lavoro per aver partecipato alle proteste contro Lukashenko, continuate anche nello scorso week end, il quarto consecutivo da quando il presidente è stato rieletto il 9 agosto 2020.

Secondo l’agenzia di stampa Interfax, nella giornata di domenica 6 settembre sono scese in piazza oltre 100mila persone nella capitale, Minsk. I manifestanti, che da oltre 29 giorni chiedono le dimissioni del presidente Lukashenko, accusandolo di aver truccato la sua rielezione, hanno sfilato per ore tra le vie del centro nonostante la pioggia battente. Le persone hanno provato a raggiungere palazzo Indipendenza, residenza dell’”ultimo dittatore d’Europa”, ma sono state bloccate dalla polizia e dalle truppe del ministero dell’Interno, in tenuta antisommossa, sostenute da cannoni ad acqua e da barriere. Dall’inizio delle proteste, almeno 4 persone sono morte e centinaia sono rimaste ferite negli scontri con la polizia, che ha effettuato migliaia di fermi, spesso con metodi a dir poco brutali.

Leggi anche: 1. Quarto weekend consecutivo di proteste in Bielorussia 2. “In cella senza cibo, bevevo da un panno intriso di sangue”: il racconto del giornalista italiano arrestato in Bielorussia 3. Bielorussia, l’esponente dell’opposizione Kolesnikova “è stata rapita” 4. Russia, il video in aereo dell’oppositore di Putin che grida di dolore: “L’hanno avvelenato”

498
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.