Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 13:07
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Afghanistan, l’urlo della street artist Shamsia Hassani sui muri: “Diamo voce alle donne che vivono l’inferno”

Immagine di copertina

Shamsia Hassani è la street artist afghana di 33 anni che con il suo lavoro si oppone all’oppressione delle donne e attacca frontalmente i talebani. “Forse è perché i nostri desideri sono cresciuti in un vaso nero…”, si legge nel post pubblicato sul suo profilo Instagram il 15 agosto, a commento di una delle ultime opere condivise dall’artista, in cui si vede un’ombra di un talebano di fronte a una giovane ragazza con un vaso in mano.

Quel vaso si trova a terra in un altro murale, in cui la donna si trova in ginocchio davanti all’ombra nera di un uomo armato. “Death do darkness”, “morte all’oscurità”, scrive Hassan. Su twitter sono centinaia le condivisioni delle sue opere di Hassani, e su Instagram i suoi post sono virali.

Oggi, mentre continuano ad arrivare notizie di una situazione sempre più pericolosa per il civili che sono rimasti nel Paese, un collage dei graffiti dell’artista ha fatto il giro dei social, per far arrivare a tutti il grido che Hassani lancia attraverso i suoi murales. “Se le facciamo girare, sarà come dare voce a lei ed a tutte le #donneafghane che stanno vivendo l’inferno!”, si legge nel messaggio dedicato alla street artist.

Nata in Iran nel 1988, dove i suoi genitori sono emigrati dopo guerra, Shamsia Hassani è rientrata in Afghanistan nel 2005, ha studiato arte all’Università di Kabul ed è diventata professoressa associato di scultura: nel 2010 ha iniziato ad occuparsi di street art. I suoi lavori raffigurano quasi sempre donne, spesso senza bocca, a simboleggiare l’oppressione di cui sono vittime nel Paese. Le sue opere si trovano per le strade della capitale, dove oggi Hassani è nascosta. “Voglio rendere l’Afghanistan famoso per la sua arte, non per la sua guerra”, aveva affermato in un’intervista al magazine Art Radar.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Truppe Nato in Ucraina? La Francia "non esclude nulla" ma la Svezia: "Kiev non l'ha chiesto”
Esteri / Alessandra Mussolini: “Aggredita da uno sconosciuto a Strasburgo. Mi ha picchiata”. Il video-denuncia
Esteri / Biden: “Spero in un cessate il fuoco entro lunedì". Qatar: "Nessuna svolta ma rimaniamo ottimisti"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Truppe Nato in Ucraina? La Francia "non esclude nulla" ma la Svezia: "Kiev non l'ha chiesto”
Esteri / Alessandra Mussolini: “Aggredita da uno sconosciuto a Strasburgo. Mi ha picchiata”. Il video-denuncia
Esteri / Biden: “Spero in un cessate il fuoco entro lunedì". Qatar: "Nessuna svolta ma rimaniamo ottimisti"
Esteri / “Cocaina, marijuana e funghi allucinogeni”: Harry a processo. Visto per gli Stati Uniti a rischio
Esteri / Ungheria, il parlamento ratifica l’adesione della Svezia alla Nato
Esteri / Nord Stream, dopo la Svezia anche la Danimarca chiude le indagini con un nulla di fatto: “È stato un sabotaggio deliberato ma non ci sono le basi per un’azione penale”. La Russia protesta: “Assurdo”
Esteri / Caso Navalny, l’entourage: “È stato ucciso perché stava per essere liberato in cambio di un ex ufficiale russo detenuto in Germania”
Esteri / Afghanistan, i talebani riprendono le esecuzioni pubbliche negli stadi: “Giustiziati tre uomini in cinque giorni”
Esteri / Iran: il cantante Mehdi Yarrahi va agli arresti domiciliari
Esteri / Biden: “Il buon sesso è la chiave per il successo di un matrimonio”