Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Da ministro in Afghanistan a rider in Germania: la storia di Sayed Sadaat

Immagine di copertina
Sayed Sadaat, ex ministro delle Comunicazioni in Afghanistan, oggi fa il rider in Germania

Sayed Sadaat era ministro delle Comunicazioni nel governo afghano di Ashraf Ghani prima di trasferirsi in Germania lo scorso dicembre con la speranza di un futuro migliore. Oggi fa il rider di JustEat a Lipsia. Ha rinunciato all’incarico ministeriale nel 2018 in disaccordo “con i membri della cerchia del presidente”, ha raccontato lui stesso a Reuters. E ha lasciato il Paese emigrando in Europa. La lingua e la mancanza di conoscenze in Germania lo hanno poi costretto a ripiegare su un impiego più umile rispetto a quello che aveva in patria. E così è finito a fare le consegne di cibo in sella a una bicicletta.

I primi giorni sono stati difficili“, rivela l’ex ministro dell’Afghanistan. “Volevo avere un futuro economicamente migliore e una mansione importante nel settore delle telecomunicazioni e dell’informatica”, dice Sayed Sadaat.  “La lingua è l’aspetto più importante” per lavorare in Germania, rivela Sadaat, che così ha deciso di frequentare una scuola di lingua tedesca e, nel mentre, lavorare per Leferando (la compagnia tedesca di JustEat). “Non ho nulla per cui sentirmi in colpa“, aggiunge l’ex politico afghano.

In un primo momento è stato criticato per la sua scelta. “Mi davano del pazzo”, racconta oggi a Reuters. “Ma non ho decisamente nulla da rimproverarmi. Anzi, spero che anche altri politici afghani seguano il mio esempio e, invece di scappare, si trovino un lavoro all’estero”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Gaza, caso Hind Rajab: “Uccisi anche i due paramedici inviati a salvarla”
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Esteri / Francia, colpi d'arma da fuoco contro il vincitore di "The Voice 2014": è ferito
Ti potrebbe interessare
Esteri / Gaza, caso Hind Rajab: “Uccisi anche i due paramedici inviati a salvarla”
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Esteri / Francia, colpi d'arma da fuoco contro il vincitore di "The Voice 2014": è ferito
Esteri / Gaza, al-Jazeera: "Recuperati 73 corpi da altre tre fosse comuni a Khan Younis". Oic denuncia "crimini contro l'umanità". Borrell: "Israele non attacchi Rafah: provocherebbe 1 milione di morti". Macron chiede a Netanyahu "un cessate il fuoco immediato e duraturo". Erdogan: "Evitare escalation". Usa: "Nessuna sanzione per unità Idf, solo divieto di ricevere aiuti"
Esteri / Raid di Israele su Rafah: ventidue morti tra i quali nove bambini
Esteri / Influenza aviaria, la preoccupazione dell’Oms per la trasmissione tra umani
Esteri / Media: “Hamas valuta l’ipotesi di lasciare il Qatar”. Bombardata in Iraq una base filo-iraniana
Esteri / Israele ha lanciato un attacco contro l’Iran: colpita una base militare a Isfahan. Media: “Teheran non pianifica una ritorsione immediata”. Blinken: "Usa non coinvolti"
Esteri / Germania, arrestate due spie russe che preparavano sabotaggi
Esteri / Brasile, porta il cadavere dello zio in banca per fargli firmare un prestito: arrestata