Covid ultime 24h
casi +28.352
deceduti +827
tamponi +222.803
terapie intensive -64

Spread oggi: il differenziale Btp-Bund in tempo reale, martedì 10 settembre

Come vanno i rendimenti dei titoli Stato

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 10 Set. 2019 alle 06:17 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 10:03
0
Immagine di copertina

Spread oggi: il differenziale Btp-Bund in tempo reale

Come va oggi lo spread? In questo articolo puoi seguire in tempo reale l’andamento del differenziale tra Btp italiani e Bund tedeschi a scadenza decennale nella giornata di oggi, martedì 10 settembre 2019.

Spread in tempo reale: diretta LIVE

Ecco l’andamento in tempo reale del differenziale (le contrattazioni iniziano alle ore 09,00 e terminano alle ore 17,30):

ore 17,30 – Chiusura in rialzo per lo spread Btp-Bund a 157 punti base contro i 153 di ieri. Il rendimento del decennale torna sopra l’1 per cento, all’1,017 per cento.

ore 17,15 – Lo spread Btp-Bund accelera a 158 punti base dai 152 di stamani, con un rendimento del Btp decennale tornato sopra l’1 per cento a 1,030 per cento. Pesano le voci di una richiesta di aumento di flessibilità in vista della manovra, che farebbe salire il deficit/Pil previsto per il 2020.

ore 16,00 – Spread fra Btp e Bund alle 16,00 a 155,00 punti (Var. Perc. 0,25 per cento)

ore 14,30 – Spread fra Btp e Bund alle 14,30 a 154,00 punti (Var. Perc. 0,65 per cento)

ore 13,30 – Spread fra Btp e Bund alle 13,30 a 154,00 punti (Var. Perc. 0,65 per cento)

ore 12,00 – Spread fra Btp e Bund alle 12,00 a 154,00 punti (Var. Perc. 0,65 per cento)

ore 11,30 – Spread fra Btp e Bund alle 11,30 a 153,00 punti (Var. Perc. 0 per cento)

ore 10,47 – Spread fra Btp e Bund alle 10,40 a 152,00 punti (Var. Perc. -0,65 per cento)

ore 10,00 – Spread fra Btp e Bund alle 10,00 a 151,00 punti (Var. Perc. -1,31 per cento)

ore 09,00 – Apertura stabile per lo spread fra Btp e Bund che segna 152,00 punti contro i 153 della chiusura di ieri, lunedì 9 settembre. Il rendimento del decennale è pari allo 0,946 per cento.

Lo spread e il nuovo governo

Con la crisi del Governo Lega-M5S e la formazione del nuovo esecutivo, sostenuto da M5S e Pd, lo spread ha conosciuto una fase di forti ribassi. I mercati sembrano apprezzare il cambio della guardia, giudicando evidentemente il nuovo governo più affidabile sotto il profilo della tenuta dei conti pubblici. Non a caso la maggioranza che lo legge è stata anche ribattezzata “alleanza Ursula” dal nome della neo-presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. Ieri, lunedì 9 settembre 2019, lo spread ha chiuso a 153 punti base con un rendimento del decennale italiano allo 0,939 per cento.

Spread: significato

Ma cosa è esattamente lo spread? È un valore che indica la differenza di rendimento tra i titoli di Stato di due paesi. Quando se ne parla in Italia si fa comunemente riferimento alla forbice tra il rendimento offerto dal Btp (buono del tesoro poliennale emesso dallo Stato italiano) e quello offerto dal suo corrispettivo tedesco, il Bund. E, in particolare, si fa riferimento per entrambi ai titoli a scadenza decennale.

Il differenziale tra Btp e Bund viene preso come riferimento per misurare la stabilità economica dell’Italia in confronto a quella della Germania. Lo spread anche un indice della fiducia dei mercati nei confronti del Paese. È dal 2011 che il termine è sotto i riflettori e al centro dell’attenzione pubblica, assumendo nello specifico il significato di differenziale tra i Btp italiani e i Bund tedeschi. All’inizio di quell’anno, il 4 gennaio, era a 173 punti. Dopo un’estate burrascosa e l’avvicendamento a Palazzo Chigi tra Silvio Berlusconi e Mario Monti, a novembre arrivò a quota 528.

Cosa è il differenziale Btp-Bund

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.