Coronavirus:
positivi 50.966
deceduti 33.072
guariti 147.101

Reddito di emergenza, il governo punta ad aiutare 10 milioni di lavoratori anche precari e irregolari

Di Anna Ditta
Pubblicato il 29 Mar. 2020 alle 08:01
412
Immagine di copertina
Credit: Ansa/Palazzo Chigi

Reddito di emergenza, il governo punta ad aiutare 10 milioni di lavoratori anche precari e irregolari

Non sarà un nuovo reddito di cittadinanza, ma un “reddito di emergenza“, una misura eccezionale per sostenere il doppio dei lavoratori sin qui raggiunti dall’indennità una tantum da 600 euro per il tempo che sarà necessario a causa della crisi economica dovuta all’emergenza Coronavirus. È l’ipotesi a cui sta lavorando il governo e che potrebbe richiedere uno stanziamento da 6 miliardi per 10 milioni di lavoratori, secondo quanto riporta Repubblica.

“Stiamo lavorando per rendere fruibile prima possibile e dal primo aprile sarà sul sito su Inps la possibilità per tutti di fare domanda e avere subito i 600 euro, che vogliamo rafforzare e allargare”, ha detto ieri il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, rispondendo a una domanda sull’ipotesi di reddito di emergenza. “​Non è tanto il momento di riformare strumenti ordinari ma di far fronte a una situazione straordinaria”, ha aggiunto Gualtieri.

Il reddito di emergenza non interesserebbe solo i lavoratori fin qui coinvolti, come partite Iva, collaboratori, artigiani, commercianti, agricoli. La misura andrebbe a incidere anche sui lavori precari o irregolari, incluse badanti, babysitter e colf, ma anche lavoratori che hanno finito il sussidio di disoccupazione (Naspi o Discoll) e stagionali come bagnini, camerieri, addetti alle pulizie, animatori turistici. Il governo punta inoltre a rinnovare la Cassa integrazione dalle 9 settimane attuali, fissate dal decreto Cura Italia, prorogandola almeno fino al 31 luglio, data di fine ufficiale dell’emergenza nazionale dichiarata il 31 gennaio scorso.

Leggi anche:  1. ESCLUSIVO TPI: Una nota riservata dell’Iss rivela che il 2 marzo era stata chiesta la chiusura di Alzano Lombardo e Nembro. Cronaca di un’epidemia annunciata / 2. Coronavirus Anno Zero, quel 23 febbraio all’ospedale di Alzano Lombardo: così Bergamo è diventata il lazzaretto d’Italia

3. Il sindaco Gori a TPI: “Le bare di Bergamo sono solo la punta di un iceberg, i nostri morti sono quasi tre volte quelli ufficiali”/ 4. Perché in Lombardia si muore? Gli errori di Fontana e altre sette importanti ragioni /

5. Coronavirus, tamponi per asintomatici? Solo ai privilegiati. Così prolifera il business dei test privati / 6. Coronavirus, parla la fidanzata di Rugani della Juve: “Il tampone? Sono venuti a farmelo a casa. Nessuna via preferenziale, il trattamento è uguale per tutti” (di Giulio Gambino)

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

412
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.