Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 13:40
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Economia

Poste Italiane incontra 4mila sindaci: “Ecco le novità per i piccoli Comuni”

Immagine di copertina
L'iniziativa "Sindaci d'Italia" di Poste Italiane

Poste Italiane ai sindaci: le novità per i piccoli Comuni

“Rendere i territori più vicini alle istituzioni e ai servizi centrali del Paese”. È uno degli obiettivi di Poste Italiane, che oggi, lunedì 28 ottobre, ha riunito a Roma i sindaci dei piccoli Comuni d’Italia per annunciare l’introduzione di nuovi servizi dedicati alle realtà locali con meno di 5mila abitanti. Un’occasione per la società controllata da Cassa Depositi e Prestiti e Ministero dell’Economia per rinnovare, a distanza di un anno dal primo incontro, il dialogo sulle esigenze specifiche del territorio.

L’iniziativa, intitolata ‘Sindaci d’Italia’, è stata promossa in collaborazione con ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e Uncem (Unione nazionale comuni comunità enti montani) e si è svolta con la partecipazione di oltre 4mila sindaci. “Poste Italiane – ha dichiarato l’amministratore delegato Matteo Del Fante – ha realizzato gli impegni assunti nel 2018 con i piccoli Comuni grazie alla dedizione delle persone che lavorano in azienda e alla proficua collaborazione instaurata con il territorio e con le istituzioni locali”.

“Siamo consapevoli – ha continuato l’ad – dell’importanza strategica della presenza capillare di Poste e della nostra capacità di collegare i territori alle istituzioni e ai servizi erogati centralmente: la nostra azienda accorcia le distanze, agevola le relazioni, direi che è una sorta di intermediario tra le diverse aree del Paese. È giunto ora il momento di compiere una nuova tappa, arricchendo le iniziative realizzate e confidando nel fatto che i progressi conseguiti costituiscono una testimonianza della comune capacità di lavorare al servizio dell’Italia, favorendone lo sviluppo, la coesione sociale e territoriale”.

Il discorso di Draghi per l’addio alla Bce: “È il momento di più Europa”. Mattarella: “Grazie Mario”

Le novità, il nuovo piano

Del Fante ha illustrato gli obiettivi del nuovo piano di Poste Italiane per i piccoli Comuni. Il piano prevede, tra le altre cose: l’avvio di programmi di educazione finanziaria e digitale; Pos gratuiti ai Comuni per i servizi di pagamento digitale; l’uso di mezzi ‘green’ per il recapito della posta; l’installazione di locker nei Comuni privi di ufficio postale, per semplificare le operazioni di consegna dei pacchi e il pagamento dei bollettini; l’installazione di cassette postali smart a tecnologia digitale; l’attivazione di servizi di informazione per i cittadini; la realizzazione di nuovi eventi filatelici per meglio valorizzare le tradizioni e le realtà del territorio.

Incontro con Conte e ministri, messaggio di Mattarella

All’incontro hanno partecipato anche il premier Giuseppe Conte e diversi esponenti del governo: i ministri dell’Economia Roberto Gualtieri, del Lavoro Nunzia Catalfo, dei Beni Culturali Dario Franceschini, dell’Innovazione Paola Pisano, degli Affari Regionali Francesco Boccia e del Sud e della Coesione Territoriale Giuseppe Provenzano. Presente poi il governatore del Lazio Nicola Zingaretti.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha fatto pervenire ai sindaci un messaggio di saluto. “Le sempre più rapide trasformazioni economiche e sociali presentano rischi di varia natura per la qualità della vita delle popolazioni dei piccoli comuni italiani, talvolta mettendo persino in discussione il loro equilibrio vitale”, ha detto il capo dello Stato.

“È importante evitare isolamenti e abbandoni, è necessario prestare cura alla pluralità dei territori”, ha sottolineato Mattarella, considerando “indispensabile” uno “sforzo convergente di istituzioni, imprese e società civile”.

I risultati dell’ultimo anno

Il precedente incontro di Poste Italiane con i sindaci risale al 26 novembre 2018. E la società sottolinea iggi di aver realizzato tutti tutti gli obiettivi allora presentati.

Nell’ultimo anno non è stato chiuso alcun ufficio postale e sono stati realizzati 900 incontri con amministratori locali con il compito di mantenere aperto e costante il dialogo tra Poste e le comunità sul territorio; sono stati installati poi 614 ATM Postamat; attivati servizi a domicilio e presso esercizi convenzionati nei Comuni privi di ufficio postale; sono stati collegati 5.688 spot wi-fi negli uffici postali di 5.051 Comuni; sono state eliminate 574 barriere architettoniche in 549 Comuni; potenziati 219 uffici postali in 211 centri turistici; poi installate 3.751 nuove cassette postali e 3.793 impianti di video sorveglianza; sono stati attivati 119 servizi di tesoreria; donati 13 immobili ai Comuni per attività di interesse collettivo; realizzati 15 murales per migliorare il decoro urbano degli uffici postali periferici.

Ti potrebbe interessare
Economia / L’ultima barzelletta di Amazon: “Siamo alleati delle pmi”. Ecco perché è vero il contrario
Economia / La Pubblica Amministrazione digitale accelera gli investimenti sulle imprese
Economia / Stellantis: gli azionisti brindano, gli operai piangono. Aumentano i ricavi ma anche la cassa integrazione
Ti potrebbe interessare
Economia / L’ultima barzelletta di Amazon: “Siamo alleati delle pmi”. Ecco perché è vero il contrario
Economia / La Pubblica Amministrazione digitale accelera gli investimenti sulle imprese
Economia / Stellantis: gli azionisti brindano, gli operai piangono. Aumentano i ricavi ma anche la cassa integrazione
Economia / Aumento del bonus per l’a.d. di AstraZeneca, gli investitori protestano: “È osceno”
Economia / Amazon vince facile: nel 2020 in Europa 44 miliardi di ricavi e zero tasse pagate
Economia / Stellantis, otto giorni di stop a Melfi: 7mila lavoratori in cassa integrazione
Economia / Landini: “Oggi è il momento di vaccinare e non il momento di licenziare”
Economia / Gli operai Stellantis e la grande crisi dell’auto a Torino: “Draghi, se ci sei batti un colpo”
Economia / Fisco, sospese fino al 30 maggio le cartelle esattoriali
Economia / Stellantis in Italia riceve soldi dallo Stato, in Francia dà 10 milioni a Macron