Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 18:33
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Economia

Il Re delle cravatte Maurizio Marinella a TPI: “Serve l’università dei vecchi mestieri o questo paese muore”

Immagine di copertina
Maurizio Marinella. Credit: Instagram E. Marinella

"Non ci sono più mani. Io nel mio negozio non riesco a trovare dei giovani che siano disposti a tagliare e cucire”, ci ha detto Maurizio Marinella

Non ci sono più mani. Maurizio Marinella l’uomo che in tutto il mondo, per i semplici cultori del ben vestire come per i capi di Stato è il re delle cravatte, sabato alla Fabbrica dei leader, mentre teneva un seminario sull’innovazione s sul mercato, ha raccontato: “Io nel mio negozio non riesco a trovare dei giovani che siamo disposti a tagliare e cucire”.

Ed è così Marinella, l’uomo a cui Obama ha detto che gli ha fatto rimpiangere di non avere avi italiani, ha dato una piccola grande lezione all’Italia e al mondo. Ha spiegato che lui, se questi giovani si fossero presentati alla sua porta, ne avrebbe assunto subito venti, e con uno stipendio superiore a quello di un professore di prima nomina.

Eppure, proprio nella regione in cui un ragazzo su due non ha un lavoro, Maurizio Marinella non ha trovato nessuno, non uno, non un solo giovane disponibile, neanche un cretino che sia disposto a prendere in mano un paio di forbici in mano e a lavorare.

E allora bisogna dire che la lezione di Marinella che ha annunciato di voler creare un’università dei vecchi mestieri per salvare dall’oblio le professioni che a Napoli stanno scomparendo, è una lezione per tutta l’Italia, probabilmente un insegnamento che oggi è utile in tutto il mondo.

Il re delle cravatte mi ha detto: “Se noi non sapremo fare questo, il cuore dell’eccellenza italiana è destinato ad estinguersi”. Ha ragione. Forse Marinella ci dice anche che l’overdose delle simulazioni, dei videogiochi, dei cosiddetti device e dei telefonini, l’abuso delle esperienze finte, lisergiche e virtuali, ci ha reso estranea persino la parte del corpo che ci è più utile nella vita di tutti i giorni.

E così io oggi devo scrivere una cosa molto semplice, brutale e tuttavia molto chiara. Proprio io che che mi guadagno da vivere lavorando con la testa, con le parole e con le idee, uso molto le mie mani.

Passo il mio tempo libero a tagliare, smontare e costruire cose ed oggetti. Alla fine senza riuscire a trovare un perché razionale, mi sono convinto di un fatto apparentemente illogico: le mani vedono meglio degli occhi, le mani capiscono, le mani danno forma al mondo.

Il paradosso infatti è questo: chi non usa almeno un po’ le sue mani non sa usare nemmeno la sua testa.

Ti potrebbe interessare
Economia / Banca Ifis è la prima challenger bank italiana che aderisce alla Net-Zero Banking Alliance
Economia / Whistleblowing, come le aziende devono organizzarsi a tutela dei dipendenti
Economia / Tampon tax, Manovra 2022: governo approva la riduzione dell’iva al 10% e non al 4%
Ti potrebbe interessare
Economia / Banca Ifis è la prima challenger bank italiana che aderisce alla Net-Zero Banking Alliance
Economia / Whistleblowing, come le aziende devono organizzarsi a tutela dei dipendenti
Economia / Tampon tax, Manovra 2022: governo approva la riduzione dell’iva al 10% e non al 4%
Economia / Fenomeno Great Resignation: negli USA milioni di persone si stanno volontariamente dimettendo dal proprio lavoro
Cronaca / Autotrasportatori senza Green Pass: da venerdì rischio scaffali vuoti
Economia / La leadership nelle PMI: efficienza e motivazione del team sono al primo posto
Cronaca / Green Pass, l’allarme di Coldiretti: “100mila non vaccinati nei campi. A rischio i raccolti”
Economia / Smartworking, i dipendenti Amazon potranno lavorare da remoto per sempre
Cronaca / Il premio Nobel per l’Economia va a David Card e Joshua Angrist e Guido Imbens
Economia / Stellantis: tagli in Italia, assunzioni in Francia