Me
HomeEconomiaLavoro

Reddito di cittadinanza news: le ultime notizie di oggi 18 luglio 2019

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 18 Lug. 2019 alle 09:08 Aggiornato il 18 Lug. 2019 alle 17:49
Immagine di copertina

Reddito di cittadinanza news: tutte le ultime notizie di oggi 18 luglio 2019

In questo articolo tutte le ultimissime news sul Reddito di cittadinanza di oggi, giovedì 18 luglio 2019. Dal 6 marzo 2019 è possibile fare richiesta per il sussidio targato Movimento 5 stelle introdotto dal decreto 4/2019 insieme alla riforma delle pensioni Quota 100. Ecco le ultime notizie:

– SE NON  VISUALIZZI GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI, CLICCA QUI –

(Aggiornare in continuazione per leggere tutti gli ultimi aggiornamenti)

Assunti i 13 navigator molisani

Inizieranno a lavorare dalla metà di agosto i 13 navigator molisani che sono stati assunti dopo la convenzione firmata ieri a Roma fra 16 regioni italiane, Molise compreso, e Anpal servizi.

Reddito di cittadinanza, truffa l’Inps per avere sussidio: denunciato

Ottiene il sussidio per un ammontare di 1.042 euro al mese, ma continua a lavorare in nero come ambulante. Un uomo di 57 anni, originario del Marocco, dopo i controlli è stato denunciato dalla polizia locale della Reno Galliera. È accaduto tra Castello d’Argile e Pieve di Cento (Bologna).

Quando arriva il pagamento di luglio? Notizie sulla quarta ricarica

La ricarica del reddito di cittadinanza, il sussidio economico erogato a chi è in possesso di determinati requisiti (qui quali sono), dovrebbe arrivare al termine della prossima settimana, quindi tra il 26-27 luglio e la fine del mese.

Per chi ha fatto domanda per ricevere il beneficio nella prima fase, quindi tra il 6 e 31 marzo 2019, si tratta della quarta ricarica sulla RdC card, la card gialla rilasciata da Poste Italiane su cui vengono caricati i soldi del sussidio. È proprio Poste Italiane, infatti, a disporre i pagamenti e generalmente ha bisogno di quei 2-3 giorni lavorativi al fine di elaborare le disposizioni di pagamento che vengono trasmesse dall’Inps una volta che l’istituto ha lavorato le istanze e fornito gli esiti. Nel corso della prossima settimana, infatti, i vari richiedenti che hanno ricevuto un accoglimento della propria domanda verranno contattati dagli uffici postali per il ritiro della carta.

A chi ha presentato la propria richiesta per il reddito di cittadinanza nel mese di giugno, infatti, verrà rilasciata la card gialla con all’interno già pronti i soldi della prima ricarica. Ricordiamo, soprattutto a questi ultimi, che l’importo del reddito di cittadinanza deve essere speso all’interno del mese successivo a quello della ricarica, perché al non speso verrà sennò applicata la decurtazione del 20 per cento.

Ma in che modo possono essere spesi i soldi del reddito di cittadinanza? Lo abbiamo spiegato nel dettaglio in questo articolo.

Le notizie sul reddito di cittadinanza di ieri, mercoledì 17 luglio

I requisiti necessari

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Il reddito di cittadinanza è un sussidio economico di contrasto alla povertà che può essere richiesto in presenza di determinati requisiti di residenza, economici e patrimoniali. Per ottenerlo è necessario:

  • essere cittadino italiano, dell’Unione europea, di Paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno o familiare di cittadini italiani o comunitari (sempre in possesso del permesso di soggiorno) o titolare di protezione internazionale
  • essere residente in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo
  • essere in possesso di un Isee aggiornato il cui valore non superi i 9.360 euro
  • essere in possesso di un patrimonio immobiliare il cui valore non superi i 30mila euro (prima casa esclusa)
  • essere in possesso di un patrimonio mobiliare il cui valore non superi i 6mila euro (per i single, mentre il valore aumenta in base a composizione e tipologia del nucleo familiare)
  • essere in possesso di un reddito familiare il cui valore non superi i 6mila euro annui (un valore da moltiplicare per la scala di equivalenza e la cui soglia è aumentata fino a 9.360 euro nel caso il nucleo risieda in affitto)
  • non essere in possesso di autoveicoli immatricolati la prima volta nei 6 mesi antecedenti la richiesta, o autoveicoli di cilindrata superiore a 1.600 cc oppure motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati la prima volta nei 2 anni antecedenti
  • non essere in possesso di navi e imbarcazioni da diporto

Per tutti i dettagli sui requisiti, come anche sulla card, i pagamenti e le modalità per presentare domanda, qui di seguito una serie di link utili:

Dentro il Rojava, guerra di Siria

🔴 TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU REDDITO DI CITTADINANZA E PENSIONI