Flat tax news: le ultime notizie sulla “tassa piatta” di oggi, 15 agosto 2019

La Lega dice di avere già pronta la sua manovra, ma il nodo restano le coperture

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 15 Ago. 2019 alle 07:37
0
Immagine di copertina
Matteo Salvini. Credit: Tiziana FABI / AFP

Flat tax news: le ultime notizie di oggi 15 agosto 2019 sulla “tassa piatta”

In questo articolo tutte le ultime notizie e le novità sulla Flat tax, una delle principali proposte in materia di riforma fiscale della Lega di Matteo Salvini al fine di abbassare le tasse.

La “tassa piatta” al momento è prevista per i titolari di partita Iva e per quei professionisti che rientrano in determinati limiti di reddito, ma Salvini vorrebbe estenderla anche alle famiglie. Il leader del Carroccio puntava a a farlo nella prossima legge di Bilancio, ma con la crisi di governo in atto la realizzazione del suo piano potrebbe sfumare o essere rinviato.

Qui di seguito le news sulla Flat tax di oggi, giovedì 15 agosto 2019:

SE NON VISUALIZZI GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI, CLICCA QUI

(Aggiornare in continuazione per leggere tutti gli ultimi aggiornamenti)

Flat tax: il punto

La crisi di governo in atto mette a rischio l’estensione della Flat tax a una platea di contribuenti più estesa, come vorrebbe la Lega. Il Carroccio avrebbe infatti voluto inserire la novità nella legge di Bilancio 2020, ma la caduta del governo gialloverde – peraltro voluta dallo stesso Salvini – rende questo scenario incerto. Ad oggi, infatti, non è dato sapere quale esecutivo scriverà la prossima manovra finanziaria e, dunque, se nel documento sarà previsto anche il potenziamento della Flat tax.

La Lega sostiene di aver già pronta una sua manovra incentrata sulla revisione delle imposte sugli immobili e sulle imprese e, appunto, sulla Flat tax al 15 per cento per pensionati e lavoratori. Al documento starebbero lavorando il viceministro del Tesoro, Massimo Garavaglia, il sottosegretario di via XX Settembre, Massimo Bitonci, e il presidente della Commissione Bilancio della Camera, Claudio Borghi.

Il nodo resta sempre quello delle coperture. Dall’intervento sulla Flat tax si stima un risparmio per i contribuenti di circa 10-15 miliardi di euro. Risorse che dovrebbero essere recuperate in altro modo dallo Stato. Proprio il tema delle coperture è stato nei mesi scorsi tra i temi più caldi del confronto Lega-M5S. “Mai viste!”, hanno sottolineato anche ieri dal Movimento in una nota diretta proprio contro Garavaglia.

Che cos’è la Flat tax

La Flat tax, alla cui base c’è la trasformazione del sistema di tassazione da progressivo a uguale per tutti i soggetti sotto una determinata fascia di reddito, per come è stata approvata nell’ultima legge di Bilancio prevede l’applicazione di due regimi fiscali: un regime forfettario, già operativo da inizio anno, e uno analitico, operativo invece dal 2020.

Il primo è riservato alle partite Iva che nell’anno precedente non hanno superato la soglia di 65mila euro di fatturato e prevede l’applicazione di un’imposta sostitutiva proporzionale del 15 per cento, ridotta al 5 per cento per i primi 5 anni di attività. Il secondo modello di imposizione agevolata invece, su base analitica, è riservato ai contribuenti che l’anno precedente hanno conseguito ricavi o compensi compresi tra 65mila e 100mila euro di reddito. In questo caso è prevista una imposta sostitutiva proporzionale del 20 per cento.

Qui di seguito alcuni link utili per quanto riguarda la Flat tax:

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.