Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:55
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Economia

La filiera delle costruzioni scrive al Governo: “Siamo pronti a ripartire in sicurezza”

Immagine di copertina
Operai al lavoro con la mascherina nel cantiere della metropolitana M4 dove sono ripresi i lavori dopo lo stop imposto dall'emergenza.Milano, 21 aprile 2020, ANSA / PAOLO SALMOIRAGO

#ripartiredalledilizia è fondamentale non solo per tutelare un settore che dà lavoro a oltre due milioni di persone, ma anche per evitare di perdere 9 punti di PIL

La filiera delle costruzioni scrive una lettera aperta a Governo e Parlamento per lanciare un messaggio sintetizzato dall’hashtag #ripartiredalledilizia.

L’iniziativa è stata intrapresa da Angaisa, Federcomated, Federcostruzioni, Federmobili, Fme, Assoposa, Assodimi Assonolo e Harley Dikkinson per sostenere una posizione chiara: “La filiera delle costruzioni può e vuole dare il suo contributo. Noi siamo pronti”.

“Siamo pronti e determinati a ripartire subito ed in sicurezza, lo dichiarano con un’unica voce tutte le Associazioni nazionali che rappresentano il mondo delle costruzioni, oltre 600.000 aziende e 2.000.000 occupati, il 22% del PIL nazionale”.

Secondo gli estensori, i cantieri “possono lavorare in sicurezza grazie al protocollo sottoscritto dalle parti sociali nazionali lo scorso 24 marzo, declinate in norme comportamentali dall’Organismo nazionale bilaterale  che si occupa specificamente ed esclusivamente della sicurezza e della salute del lavoro in edilizia”.

Se riparte tutta la filiera delle costruzioni “ci sarà una spinta sensibile alla ripartenza dell’intera economia italiana che sta rischiando, proprio a causa del fermo delle attività dovuto al Covid-19, di perdere 9 punti di PIL”.

“C’è molto da fare nel nostro Paese, anche e soprattutto in questo momento: riparare e manutenere le strade  che oggi sono più vuote, riqualificare e mettere in sicurezza le scuole che oggi sono chiuse, riqualificare sul  piano energetico e strutturale il parco immobiliare e le periferie delle nostre città, intervenire e recuperare il dissesto idrogeologico dei territori”.

“Riapriamo i cantieri, mettendo al centro la salute e la sicurezza dei cittadini e degli addetti al settore, e  cominciamo a lavorare per aiutare il Paese che non può permettersi una emergenza economica dopo quella sanitaria”, sostengono i rappresentanti del settore.

Ti potrebbe interessare
Economia / In Italia un lavoratore su 10 vive in povertà: il rapporto del ministero. Si pensa al salario minimo
Lavoro / Manutenzione Predittiva e Condition Monitoring al centro dell’universo ISE
Economia / Con il Covid aumentata la disuguaglianza: “Raddoppiati i patrimoni dei più ricchi”. La denuncia di Oxfam
Ti potrebbe interessare
Economia / In Italia un lavoratore su 10 vive in povertà: il rapporto del ministero. Si pensa al salario minimo
Lavoro / Manutenzione Predittiva e Condition Monitoring al centro dell’universo ISE
Economia / Con il Covid aumentata la disuguaglianza: “Raddoppiati i patrimoni dei più ricchi”. La denuncia di Oxfam
Economia / A Bruxelles l’Eurocasta non conosce crisi
Economia / Autostrade, il Governo dà l’ok al riassetto: Benetton e i fondi brindano, gli automobilisti pagano
Economia / Nella Legge di Bilancio 105 milioni di mance e marchette, dalle corse ippiche alle piante aromatiche
Economia / Air Italy, arrivano prime lettere di licenziamento: “Con effetto immediato”
Economia / Elon Musk è il più ricco del mondo, scalzato Jeff Bezos: la classifica Bloomberg
Cronaca / Bollette, in arrivo rincari record: l’elettricità aumenta del 55% e il gas del 41,8%
Lavoro / Apre a Milano il Gi Group Training Hub, un nuovo spazio dedicato a formazione e orientamento