Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:18
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Economia

Gas, Draghi cancella dal Decreto Bollette la tassa sugli extraprofitti

Immagine di copertina

Alla maggioranza dei giornali italiani è sfuggita nei giorni scorsi la cancellazione della nuova tassa sugli extraprofitti delle società importatrici di gas. Nella bozza del Decreto Bollette era prevista l’introduzione di un prelievo del 10% sulla differenza tra il costo di approvvigionamento medio e il prezzo finale di vendita. La tassa avrebbe dovuto essere applicata ai contratti di importazione di lungo termine e avrebbe dovuto colpire le manovre speculative che sfruttano la crisi del gas per alzare i prezzi oltremisura. Si trattava di una tassa nuova e diversa rispetto a quella già introdotta con il Decreto Ucraina e confermata con il Decreto Aiuti, che impone un prelievo sugli extraprofitti del 25% calcolato però sul differenziale anno su anno dell’imponibile Iva.

Ma come in quel caso a beneficiarne avrebbero dovuto essere i consumatori sotto forma di uno sconto in bolletta. La nuova tassa, invece, è stata stralciata all’ultimo, per la gioia di Eni e degli altri importatori. Perché? Mistero, anche se una possibile spiegazione arriva dall’Autorità di regolazione dell’Energia (Arera), che nel suo ultimo monitoraggio non ha rilevato significativi discostamenti tra prezzo d’acquisto e prezzo di vendita. Eni intanto nel primo trimestre 2022 ha brindato a ricavi raddoppiati e a un utile quadruplicato. E su mandato del Governo continua a stipulare accordi con Algeria, Egitto, Congo, Qatar. Contratti di lungo termine che ci legheranno per molti anni ancora a un combustibile fossile. E tanti saluti alla transizione ecologica.

Ti potrebbe interessare
Economia / Così le guerre in Ucraina e Medio Oriente hanno cambiato l’Italia
Economia / Stellantis, compenso da 36,5 milioni per l’a.d. Tavares: guadagna 518 volte più di un dipendente
Economia / Lavoro, per il 68% degli occupati la priorità è lavorare meno: “Dimissioni fuga verso impiego migliore”
Ti potrebbe interessare
Economia / Così le guerre in Ucraina e Medio Oriente hanno cambiato l’Italia
Economia / Stellantis, compenso da 36,5 milioni per l’a.d. Tavares: guadagna 518 volte più di un dipendente
Economia / Lavoro, per il 68% degli occupati la priorità è lavorare meno: “Dimissioni fuga verso impiego migliore”
Economia / Rottamazione Quater: come pagarla online con Easypol
Economia / Il Superbonus scende al 70%, il decreto è diventato legge: cosa cambia
Pensioni / Trump si paragona a Navalny: “Gli Usa stanno diventando un Paese comunista”
Economia / Stellantis valuta di produrre auto elettriche cinesi a Mirafiori
Economia / Le Bahamas non sono più un paradiso fiscale, almeno per l’Ue
Economia / A Roma la prima riunione dell’EMC di UIC sotto la presidenza dell’AD Luigi Ferraris
Economia / Quelle aziende che pagano per non assumere disabili