Covid ultime 24h
casi +28.352
deceduti +827
tamponi +222.803
terapie intensive -64

Coronavirus e sostegno all’economia: Banca Sella sospende il pagamento del canone POS

Per sostenere le aziende in carenza di liquidità, l'istituto prevede anche mutui a breve termine e la soluzione Vidra per l'e-commerce. Ai privati offre finanziamenti per l'acquisto di device

Di Redazione TPI
Pubblicato il 9 Apr. 2020 alle 10:13 Aggiornato il 9 Apr. 2020 alle 12:08
0
Immagine di copertina

Banca Sella ha sospeso il canone POS per il mese di aprile, facendo seguito all’analoga decisione relativa al mese di marzo. La decisione è stata presa per aiutare le imprese, messe in difficoltà dallo stop dovuto al Coronavirus. I canoni sospesi verranno fatturati a partire da giugno.

Inoltre, per fronteggiare la carenza di liquidità dovuta all’emergenza sanitaria, è stata predisposta l’offerta di un mutuo chirografario a breve termine, fino a un massimo di 18 mesi, per sostenere i costi correnti e in particolare per pagare gli stipendi.

In una fase nella quale operare online è diventato necessario anche per piccole attività, Banca Sella propone Vidra, un servizio gratuito di e-commerce che permette di creare un sito in pochi e semplici passi, nonché di gestire la vendita e la spedizione dei prodotti. Il servizio è pensato anche per chi si interfaccia per la prima volta con la vendita online e consente di accettare i pagamenti con carta o PayPal.

E’ facoltà dell’imprenditore scegliere se consegnare direttamente gli acquisti o se effettuare spedizioni mediante i corrieri già contattati da Vidra. I primi tre mesi del servizio sono gratuiti e Banca Sella si impegna a promuove l’attività in questione tramite tutti i suoi canali digitali.

In quanto ai privati, fino al 30 aprile l’istituto offre finanziamenti a tassi vantaggiosi per l’acquisto di pc, tablet e notebook, così da aiutare chi si è dovuto adattare a studiare o lavorare da casa, senza averlo programmato.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.