Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cultura

Un libro di corsa: Io sono l’abisso

Immagine di copertina

Un libro di corsa – Io sono l’abisso

Quando ho saputo che Donato Carrisi avrebbe pubblicato un’altro libro, l’ho subito preso.

Ambientato a Como, “Io sono l’abisso” inizia con la suspance che di addice ai suoi libri.

L’uomo che pulisce, la ragazza dai capelli viola, Fuck, Raffaele, Pamela, Martina e Vera sono alcuni dei personaggi che si incastrano nel libro.

Mentre continui a leggere e andare avanti con i capitoli, pensi di avere capito dove il libro andrà a parare, ma è solo un’illusione.

Chi è il bambino senza nome e cosa vuole? Qual è la storia di Micky? Gli interrogativi sono tanti, le risposte ancora di più.

RECENSIONI VELOCI

Ti potrebbe interessare
Cultura / Diritto a Teatro: il 17 e 18 giugno l’Antigone di Sofocle al Teatro Palladium
Cultura / La sorveglianza ormai è una cultura, e la reazione deve essere culturale
Cultura / Il Libro Possibile compie 20 anni: oltre 200 ospiti per il doppio delle serate e doppia location
Ti potrebbe interessare
Cultura / Diritto a Teatro: il 17 e 18 giugno l’Antigone di Sofocle al Teatro Palladium
Cultura / La sorveglianza ormai è una cultura, e la reazione deve essere culturale
Cultura / Il Libro Possibile compie 20 anni: oltre 200 ospiti per il doppio delle serate e doppia location
Cultura / Un libro di corsa: Il labirinto delle ombre
Cultura / Un libro di corsa: Fuga
Cultura / Un libro di corsa: La pazienza del diavolo
Cultura / Black Art Matters: l’ascesa dell’arte afroamericana
Calcio / Venerdì 28 maggio TPI presenta il libro Calcio e Geopolitica
Cultura / Un libro di corsa: Favolosa economia
Cultura / Un libro di corsa: Come delfini tra i pescecani