Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cultura

TPI Fest 2022 a Bologna, il direttore Gambino a Il Resto del Carlino: “Vogliamo riunire i cittadini per farsi un’idea in vista del voto”

Immagine di copertina

È ormai alle porte l’inizio del TPI Fest 2022, il festival di The Post internazionale che si svolge a Bologna dal 15 al 17 settembre, alla Tettoia Nervi, in piazza Lucio Dalla. Tre serate di dibattiti e incontri con leader politici e giornalisti, ad una settimana dal voto. Un’occasione per farsi una propria idea, come recita lo slogan del nostro festival, che cade ad un anno dall’uscita del primo numero del settimanale di TPI.

Tra gli ospiti che animeranno le tre serate, Giuseppe Conte, Yanis Varoufakis, Nicola Zingaretti, Emily Clancy e Stefano Bonaccini, e ancora Alessandro Di Battista, Pier Luigi Bersani, Matteo Lepore, Roberta Pinotti, Fabiana Dadone e molti altri. “Le serate affronteranno temi diversi, come la giustizia sociale, ambientale e il dibattito sulla destra al potere. Vogliamo riunire tanti cittadini, tanti giovani che a una settimana dal voto possono così scendere in piazza per ascoltare i protagonisti e i candidati dei partiti”, ha spiegato il direttore di TPI Giulio Gambino in un’intervista a Il Resto del Carlino.

“Festeggeremo insieme il primo anniversario della nascita del nostro settimanale The Post Internazionale, che in questo territorio sta ricevendo un forte riscontro. Ma non solo – aggiunge il nostro direttore –: questa zona della città è un simbolo di grande importanza culturale, di svolta, come già lo è stato per la sinistra. Il 26 settembre si aprirà una nuova era e bisogna decidere cosa fare, come ripartire dalle ceneri di questo voto. Questa campagna elettorale lascia spiazzati milioni di italiani, dove molti giovani, ad esempio, non riusciranno a votare perché fuori sede o residenti all’estero. C’è un forte spaesamento per ciò che riguarda la politica, ma questo evento intende riunire la comunità per un confronto reale e costruttivo, affinché ognuno possa avere le proprie idee: sarà fondamentale far sentire la propria voce”. Le tre serate alla Tettoia Nervi, a partire dalle ore 19, saranno animate anche da stand e punti di ristoro: non mancheranno musica e performance di vario genere, con protagonisti artisti e rappresentanti delle realtà territoriali. Di seguito il programma completo.

Ti potrebbe interessare
Cultura / Antonio Presti a Tpi: ” Il nuovo Atelier sul mare, non solo un museo albergo ma un luogo dove si educhi alla bellezza”
Cultura / Un libro di corsa: Come l’arancio amaro
Cultura / Un libro di corsa: Tell me lies
Ti potrebbe interessare
Cultura / Antonio Presti a Tpi: ” Il nuovo Atelier sul mare, non solo un museo albergo ma un luogo dove si educhi alla bellezza”
Cultura / Un libro di corsa: Come l’arancio amaro
Cultura / Un libro di corsa: Tell me lies
Cultura / A Nauplia in Grecia il primo convegno dell’associazione To Hellenikon
Cultura / La guerra raccontata dalle donne: colloquio con Giovanna Botteri
Cultura / La storia di Simone Caravaglio, l’artista che ha colpito Josè Mourinho
Cultura / È morto lo scrittore Ismail Kadare: aveva 88 anni
Cultura / La bellezza negli scarti della società capitalista
Cultura / “Uno spiacevolissimo episodio”, un nuovo libro ripercorre la strage di Viareggio: il ricavato andrà ai familiari delle vittime
Cultura / Marosi Fest: l’oro di Stromboli per la sesta edizione del festival vulcanico