Covid ultime 24h
casi +12.694
deceduti +251
tamponi +230.116
terapie intensive -29

Zona rossa e arancione: scuola, spostamenti, viaggi. Tutte le regole in vigore da oggi

Di Redazione TPI
Pubblicato il 5 Apr. 2021 alle 09:07 Aggiornato il 6 Apr. 2021 alle 08:34
7
Immagine di copertina

Dopo una Pasqua e una Pasquetta in zona rossa, da oggi, martedì 6 aprile, torna la divisione dell’Italia in fasce di rischio, con le regioni divise tra rosse e arancioni. Ecco un riepilogo delle principali regole in vigore, incluse quelle che riguardano la scuola, con molti bambini e ragazzi che potranno tornare a seguire le lezioni in presenza, anche in fascia rossa.

Zone rosse e arancioni: la suddivisione delle regioni

Come è noto, la zona gialla potremo rivederla solo a partire da maggio. Le fasce di rischio restano quindi, al momento, quella rossa e arancione. Ecco come sono suddivise le regioni a partire da oggi. Quelle in zona rossa sono: Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana e Valle d’Aosta. In zona arancione invece figurano: Abruzzo, Basilicata, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Sardegna, Sicilia, Trentino-Alto Adige, Umbria e Veneto.

Nelle regioni in fascia arancione riaprono negozi, parrucchieri e centri estetici. Per bar e ristoranti le regole in zona rossa e arancione sono le stesse, con la possibilità di effettuare solo consegne a domicilio e offrire servizio di asporto.

La riapertura delle scuole

Da domani, mercoledì 7 aprile, torneranno a scuola, sia in zona rossa che arancione, gli alunni delle scuole dell’infanzia, primarie e del primo anno delle secondarie di primo grado, ovvero la prima media. Gli studenti di seconda e terza media torneranno in presenza solo in zona arancione. Quanto alle scuole superiori, “deve essere garantita l’attività didattica in presenza ad almeno il 50 per cento, e fino a un massimo del 75 per cento”.

Rientri dall’estero

Chi torna da un viaggio all’estero fino al 6 aprile dovrà restare in quarantena per 5 giorni: potrà uscire solo dopo un tampone negativo. Da mercoledì 7 invece basterà il tampone negativo (niente quarantena). Fino al 30 aprile invece chi torna da un viaggio in un paese extra-Ue (incluso il Regno Unito) e dall’Austria deve rimanere in quarantena per 14 giorni, per poi sottoporsi a un tampone.

Ripartono i concorsi

Dal 6 aprile ripartono i concorsi nella pubblica amministrazione: verranno svolti con modalità tali da evitare assembramenti.

Leggi anche: 1. Covid, terapie intensive in sofferenza: 14 regioni sopra la soglia d’allarme / 2. Il piano di Draghi per le riaperture: prima bisognerà vaccinare tutti gli over 70 /3. Non siamo solo spettatori: i protagonisti della guerra al virus siamo noi (di S. Mentana) /4. Esclusivo TPI: “Tutta l’Italia è ferma ma le terme non hanno mai chiuso”. Ecco le vacanze relax in zona rossa a prova di Dpcm

7
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.