Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:11
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Patrick Zaki: “Torno presto, non dimenticatemi”

Immagine di copertina
Credit: ansa foto

“Torno presto. Io torno presto. Voi non vi dimenticate di me”. Patrick Zaki torna a parlare dal carcere nel quale è detenuto ormai da oltre un anno e mezzo in Egitto. Il suo appello – che arriva attraverso Repubblica – è rivolto è quello di non dimenticarlo. Ieri, durante la seconda udienza del processo che lo vede imputato, è stato portato nella gabbia degli imputati dell’aula di tribunale di Mansoura in manette, “come un pericoloso criminale”.

“So delle mobilitazioni nelle piazze di tutto il paese, me lo hanno detto. Grazie, grazie davvero a tutto l’Italia”, ha detto il 30enne tanto atteso dai familiari e dagli amici della cara Bologna. Zaki ha fatto sapere di stare bene di continuare a studiare l’italiano, anche se dice di ricordarlo “così e così”. La prossima udienza è fissata per il 7 dicembre, Zaki resterà in carcere in Egitto almeno fino a quella data.

È durata pochi minuti la seconda udienza del processo contro Patrick Zaki, lo studente dell’Università di Bologna arrestato in Egitto a febbraio 2020. Dopo due minuti il giudice del tribunale di Mansura si è ritirato per valutare la richiesta della legale del 28enne egiziano, che ha chiesto un rinvio.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Padre separato sottrae il figlio all'astinente sociale e si barrica in casa
Cronaca / Roberto Spada è tornato libero: a Ostia festeggiamenti con fuochi d’artificio per il boss della testata
Cronaca / Neonato lasciato in un sacchetto di plastica: “Sta bene, un miracolo che sia vivo”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Padre separato sottrae il figlio all'astinente sociale e si barrica in casa
Cronaca / Roberto Spada è tornato libero: a Ostia festeggiamenti con fuochi d’artificio per il boss della testata
Cronaca / Neonato lasciato in un sacchetto di plastica: “Sta bene, un miracolo che sia vivo”
Cronaca / Roma, attirano in trappola 17enne con sindrome di Down e lo picchiano: sotto accusa sei 15enni
Cronaca / Musei Vaticani, turista americano getta a terra due busti e li danneggia
Cronaca / Milano, murales di Marge Simpson che si taglia i capelli in sostegno alle proteste in Iran
Cronaca / Ruby Ter, Karima El Marough a sorpresa in aula. I legali: “Mai fatto sesso con Berlusconi”
Cronaca / Bari, docente aggredito in classe dopo aver messo una nota a una studentessa
Cronaca / È morta Franca Fendi, lutto nel mondo della moda
Cronaca / Listeria, batterio in tramezzini al salmone: ministero Salute richiama prodotto