Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Voghera, cambia l’ipotesi di reato: eccesso colposo di legittima difesa e non omicidio volontario

Immagine di copertina

Voghera, cambia l’ipotesi di reato: eccesso colposo di legittima difesa e non omicidio volontario

L’assessore leghista alla Sicurezza di Voghera Massimo Adriatici è accusato di omicidio colposo per eccesso di legittima difesa e non di omicidio volontario, per aver ucciso con un colpo di pistola il 39enne marocchino Youns Boussetaoui. Secondo quanto riporta l’Agi, la procura ha cambiato il capo d’accusa ipotizzato inizialmente a seguito di alcune attività istruttorie, tra cui l’ascolto dei testimoni e l’interrogatorio di Adriatici, che oggi si è autosospeso dal suo incarico. Il reato più grave di omicidio volontario sarebbe invece stato ipotizzato dai carabinieri che hanno compiuto le prime indagini.

Secondo il diritto penale, il reato di omicidio colposo per eccesso di legittima difesa si configura quando, “la giusta proporzione fra offesa e difesa venga meno per colpa, intesa come errore inescusabile in seguito a imprudenza, o imperizia nel calcolare il pericolo e i mezzi di salvezza”.

Adriatici è stato arrestato dopo aver ucciso ieri sera Boussetaoui con un colpo di pistola sparato in piazza, a seguito di una lite avvenuta di fronte a un bar. Secondo quanto riportato da Adnkronos, Adriatici avrebbe dichiarato ai magistrati che la lite è iniziata dopo aver chiamato le autorità per far allontanare Boussetaoui, accusato di aver infastidito i clienti del bar. Secondo l’assessore alla Sicurezza, dopo essere stato spinto a terra, gli sarebbe “partito il colpo” dalla pistola che stava impugnando.

L’assessore, che deteneva regolarmente la pistola con cui ha sparato ed era solito circolare, si trova adesso agli arresti domiciliari. Oggi si è autosospeso dal suo incarico “sino all’esito del giudizio che lo vede indagato”, secondo quanto dichiarato dalla sindaca Paola Garlaschelli. “Attualmente non conosciamo la dinamica dei fatti, restiamo in attesa di avere maggiori informazioni e confidiamo nell’operato della magistratura”, ha detto Garlaschelli. Secondo il segretario del suo partito, Matteo Salvini, si è trattato di “legittima difesa”, mentre il Partito democratico ha chiesto che la Lega“condanni il gesto di Adriatici”.

Adriatici, noto nel comune lombardo con il soprannome di “sceriffo”, si è distinto per le sue lotte contro la movida e la vendita di alcolici la sera. Due giorni fa è entrata in vigore un’ordinanza promossa dallo stesso Adriatici che vieta la vendita da parte degli esercizi commerciali di bevande alcoliche conservate in frigorifero dopo le 17.  “Puntiamo a garantire maggiore sicurezza vietando ai negozi di generi alimentari, che per la maggior parte sono quelli etnici, di vendere birra e tutte quelle bevande alcoliche in vetro, che spesso e volentieri diventano arme improprie utilizzate per dar vita a litigi e scorribande”, ha detto l’assessore il giorno stesso in cui ha sparato a Boussetaoui.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Morto Franco Di Mare: la malattia che ha colpito il giornalista
Cronaca / Chi era Sofia Stefani, la vigilessa uccisa ad Anzola
Cronaca / L’ex comandante Giampiero Gualandi fermato per l'omicidio di Sofia Stefani
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Morto Franco Di Mare: la malattia che ha colpito il giornalista
Cronaca / Chi era Sofia Stefani, la vigilessa uccisa ad Anzola
Cronaca / L’ex comandante Giampiero Gualandi fermato per l'omicidio di Sofia Stefani
Cronaca / L’inizio della rissa in discoteca tra Fedez e Iovino ripreso dalle telecamere: un’ora dopo l’aggressione
Cronaca / Così Filippo Turetta ha pianificato la morte di Giulia Cecchettin
Cronaca / “L’Aeroporto di Roma Frosinone e il Futuro del Trasporto Aereo nel Lazio”
Cronaca / Chef Rubio aggredito davanti alla sua abitazione a Roma
Cronaca / Filippo Turetta ha ucciso Giulia Cecchettin con 75 coltellate
Cronaca / A chi fa gola il mega-porto crocieristico di Fiumicino
Cronaca / Accolto il ricorso, Ilaria Salis andrà ai domiciliari a Budapest