Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

“Mi ha spinto ed è partito un colpo”: la versione dell’assessore leghista che ha ucciso un marocchino

Immagine di copertina

“Mi ha spinto ed è partito un colpo”: la versione dell’assessore leghista che ha ucciso un marocchino

“Mi ha spinto ed è partito un colpo, era furioso per la mia chiamata alla Polizia”, questa la versione di Massimo Adriatici, l’assessore leghista di Voghera arrestato per aver sparato a un 39enne di origini marocchine ieri sera in piazza Merardi, nel comune lombardo.

Secondo quanto ricostruito i fatti si sono svolti poco dopo le 22 di martedì 20 luglio, quando tra l’assessore leghista del comune lombardo e la vittima è scoppiata una violenta lite davanti a un bar. Il 39enne, secondo la ricostruzione, stava infastidendo alcuni clienti del bar: l’assessore avrebbe avvertito le autorità, ma sarebbe stato aggredito dalla vittima.

Adriatici avrebbe quindi estratto la pistola ed esploso un colpo ferendo gravemente l’uomo, che è successivamente deceduto in ospedale. Ex poliziotto, Adriatici è, secondo quanto si legge sul suo profilo Facebook, docente di diritto penale e procedura penale presso la Scuola allievi agenti Polizia di Stato Alessandria e titolare di un rinomato studio legale. Eletto nelle file della Lega, da ottobre 2020 è assessore alla Sicurezza del comune in provincia di Pavia guidato dalla sindaca di centrodestra Paola Garlaschelli.

L’Assessore, che deteneva regolarmente la pistola con cui ha sparato, ora si trova agli arresti domiciliari. Secondo il segretario del suo partito, Matteo Salvini, si è trattato di “legittima difesa”. Il Pd intanto ha chiesto che la Lega“condanni il gesto di Adriatici”. “Tragedia frutto di una risposta a un’aggressione con un colpo partito accidentalmente”, hanno sottolineato poi fonti della Lega.

 

 

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Beppe Grillo, l’accusa della procura: “Ha veicolato le richieste di Moby ai politici”. Le pressioni in chat a Toninelli
Politica / Grillo indagato, cosa c’è da sapere sull’inchiesta per traffico di influenze
Politica / Quirinale, Sgarbi: “Berlusconi è triste, l’operazione scoiattolo s’è fermata”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Beppe Grillo, l’accusa della procura: “Ha veicolato le richieste di Moby ai politici”. Le pressioni in chat a Toninelli
Politica / Grillo indagato, cosa c’è da sapere sull’inchiesta per traffico di influenze
Politica / Quirinale, Sgarbi: “Berlusconi è triste, l’operazione scoiattolo s’è fermata”
Politica / Salvini: “Penso che Draghi sarà premier anche nei prossimi mesi”
Politica / Imbarazzo al Senato: durante un convegno del M5S sulla Pa spunta un video porno
Politica / Quirinale, Salvini molla Berlusconi: “In arrivo una proposta della Lega per il Colle”
Politica / Scoppia la polemica nel Movimento 5 Stelle dopo le “due strade per il Quirinale” di Bettini
Politica / Quirinale, Bettini a TPI: “Conte prezioso per il Movimento 5 Stelle e per l’Italia”
Politica / Quirinale, no alle schede “segnate”: Roberto Fico complica i piani del centrodestra
Politica / Gli intellettuali italiani contro Renzi: “Scelga tra il Senato e le attività promozionali all’estero”