Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:21
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Treviso, strangola il figlio di 2 anni e si uccide: “È autistico, senza di me non avrà futuro”

Immagine di copertina

Strangola il figlio di 2 anni e si uccide: “È autistico, come farà da grande?”

Strangola il figlio di 2 anni perché autistico e si uccide: è successo nella giornata di venerdì 18 febbraio a Castallo di Godego, un comune in provincia di Treviso.

Secondo quanto ricostruito, Egidio Battaglia, un 43enne, era ossessionato dal fatto che al figlio fosse stata diagnosticata una forma di autismo.

Per questo motivo venerdì scorso, ha atteso che la moglie andasse a lavoro per strangolare il figlio e poi uccidersi tagliandosi la gola con un coltello da cucina.

“Sono preoccupato per il suo futuro. Massimiliano è la migliore creatura che potesse venire al mondo, ma quando sarà grande e non avrà più i genitori, che cosa farà?” ha scritto l’uomo in una lettera lasciata sul tavolo della cucina, il cui contenuto è stato svelato dal quotidiano La Repubblica.

A dare l’allarme è stato il nonno paterno che aspettava il figlio e il nipote per il pranzo. Non vedendoli arrivare, si è recato personalmente nell’abitazione dove il 43enne viveva con la moglie e il piccolo.

Così è ritornato a casa per prendere un duplicato delle chiavi dell’appartamento del figlio. L’uomo, però, non è riuscito a introdursi nell’abitazione poiché la serratura era bloccata dall’interno. Quindi ha avvisato i carabinieri che una volta arrivati sul posto hanno scoperto i cadaveri.

Secondo quanto riferito, il 43enne e sua moglie, una donna di origine romena che lavora in una cooperativa che presta servizi per gli ospedali, erano sposati da 4 anni. La coppia era felice e tra di loro non vi erano problemi, neanche di natura economia.

Quello che assillava Egidio, che lavorava in un’azienda di macchine impastatrici, era appunto il grave problema di salute di cui era affetto il figlio e per il quale i medici non avevano potuto dare speranze di guarigione.

Leggi anche: Treviso, mamma si getta dal ponte con il figlio in braccio: lei muore, il bambino è gravissimo ma non in pericolo di vita

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Parma, tempesta di grandine: danni all’agricoltura e incidenti in autostrada
Cronaca / Polemica sul primario di Novara al corteo anti Green Pass. Lui si difende: “Ho fatto solo informazione”
Cronaca / Due infermiere avvertono i No Vax: “Quando verranno in ospedale ci vendicheremo”. L’Asl si dissocia
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Parma, tempesta di grandine: danni all’agricoltura e incidenti in autostrada
Cronaca / Polemica sul primario di Novara al corteo anti Green Pass. Lui si difende: “Ho fatto solo informazione”
Cronaca / Due infermiere avvertono i No Vax: “Quando verranno in ospedale ci vendicheremo”. L’Asl si dissocia
Cronaca / Chiede di fare la chierichetta, ma il parroco dice no: "Solo maschi"
Cronaca / 22 morti e 3.117 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività sale al 3,5%
Cronaca / “Ho denunciato il mio ex e rischio di perdere mio figlio”: la distorsione giudiziaria che colpisce le madri
Cronaca / Liliana Segre: "Follia paragonare i vaccini alla Shoah"
Cronaca / Sardegna, il cane pastore rimasto a guardia delle sue pecore in mezzo all'incendio
Cronaca / "Abusi sessuali sugli alunni di scuola media": arrestato bidello di 56 anni a Brescia
Cronaca / Siena, investe e uccide per sbaglio l’amica 16enne: “Distrutta dal dolore, non esce di casa”