Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:01
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Lo strazio dell’amica di Simon Gautier dopo il ritrovamento del corpo dell’escursionista

Immagine di copertina
Simon Gautier

Il cadavere del ragazzo è stato ritrovato nel tardo pomeriggio del 18 agosto

Il dolore dell’amica di Simon Gautier dopo il ritrovamento del cadavere

Un’amica del turista francese ritrovato morto dopo quasi dieci giorni di ricerche ha espresso tutto il suo dolore in una dichiarazione rilasciata all’Ansa. Asha è una studentessa danese che vive a Roma, dove condivideva un appartamento con l’amico Simon Gautier.

“Sono distrutta, abbiamo avuto fino all’ultimo la speranza che Simon fosse ancora vivo”, ha detto Asha subito dopo aver appreso della morte dell’escursionista. “Sono momenti terribili quelli che stiamo vivendo noi, tutti suoi amici, una ventina dei quali sono giunti dalla Francia”, ha continuato l’amica del turista francese ritrovato morto in Cilento.

Gli amici di Simon erano arrivati in Italia negli ultimi giorni, per aiutare i soccorsi nelle ricerche e per supportare la famiglia del ragazzo. Di Simon si erano perse le tracce il 9 agosto scorso, quando l’escursionista francese, abituato ad affrontare percorsi impervi anche in solitaria, aveva chiamato i soccorsi sostenendo di essere caduto e di avere entrambe le gambe rotte.

Le ricerche per ritrovare Simon

A quel punto erano iniziate le ricerche, che però non avevano portato a nulla. Il cellulare di Simon aveva agganciato una cella che copriva una porzione di ambiente particolarmente ampia e questo ha reso le ricerche ancora più complesse.

Poi la svolta nella giornata del 18 agosto, quando i ricercatori avevano individuato delle tracce di sangue su un sentiero. Un campione di quel sangue è stato portato in laboratorio, ma attendere i risultati è stato vano.

Qualche ora dopo un drone ha individuato uno zaino, i soccorritori si sono calati in basso e hanno scoperto il corpo di Simon. Quando l’hanno raggiunto hanno constatato che per il giovane non c’era più nulla da fare.

Il cadavere dell’escursionista francese è stato individuato dagli uomini del soccorso alpino in una zona del comune di San Giovanni Piro, il Belvedere di Ciolandrea. Il 27enne francese viveva a Roma da due anni, dove frequentava un dottorato in Storia dell’Arte.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Due ragazze aggredite sul treno Milano-Varese: fermati i presunti stupratori
Cronaca / Covid, oggi 15.021 casi e 43 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / L'odontoiatra dal braccio in silicone: "Mi avete rovinato la vita"
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Due ragazze aggredite sul treno Milano-Varese: fermati i presunti stupratori
Cronaca / Covid, oggi 15.021 casi e 43 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / L'odontoiatra dal braccio in silicone: "Mi avete rovinato la vita"
Cronaca / Da lunedì al via il Super Green Pass: cosa cambia e tutte le regole
Cronaca / Covid, oggi 16.632 casi e 75 morti: tasso di positività al 2,6%
Cronaca / Chi è Guido Russo, il dentista No vax di Biella con il braccio in silicone: “Dovevo lavorare”
Cronaca / Milano, Gaia Romani cambia la targa di “assessore” con “assessora”: “Si parte dalle piccole cose”
Cronaca / Il conduttore di X Factor Ludovico Tersigni indagato per diffamazione dopo un post su Instagram
Cronaca / Eitan è tornato in Italia, 84 giorni dopo il sequestro: “Felice di essere a casa”
Cronaca / Covid, oggi 17.030 casi e 74 morti: tasso di positività al 2,9%