Covid ultime 24h
casi +15.204
deceduti +467
tamponi +293.770
terapie intensive -20

Test sierologici a Bergamo, i primi risultati: “61% di positivi”

Secondo i primi dati filtrati dalla Regione, su 750 cittadini di Nembro e Alzano il 61% ha sviluppato anticorpi e quindi ha già contratto la malattia

Di Antonio Scali
Pubblicato il 30 Apr. 2020 alle 16:45 Aggiornato il 30 Apr. 2020 alle 18:46
446
Immagine di copertina

Test sierologici a Bergamo, i primi risultati: “61% di positivi”

Sono stati eseguiti i primi test sierologici sulla popolazione e i dati che arrivano sono piuttosto interessanti: a fare il prelievo sono stati soprattutto cittadini che erano stati messi in quarantena perché avevano avuto contatti con i contagiati, o che erano rimasti a casa perché presentavano dei sintomi sospetti. Da Alzano e Nembro, i risultati dei test sierologici serviranno a capire quanti bergamaschi hanno contratto il Coronavirus, sviluppando poi gli anticorpi.

Per ora la Regione Lombardia non fornisce ufficialmente alcun risultato dei test, ma i primi dati iniziano a filtrare. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, “su 750 campioni di sangue, nel 61% dei casi il test sierologico ha dato esito ‘positivo’, che significa un riscontro sullo sviluppo di anticorpi neutralizzanti e quindi sul fatto di aver già incontrato la malattia”.

Ulteriori dati interessanti riguardano i dati degli operatori che lavorano negli ospedali: “Nella sola giornata di ieri l’Asst Bergamo Ovest di Treviglio ha effettuato 800 prelievi sul personale nei suoi diversi presidi. Mentre al Papa Giovanni il 23,4% dei 700 testati ha sviluppato gli anticorpi, e cioè ha contratto la malattia. Una percentuale che si può unire a un altro dato, interessante: secondo la Regione al 24 aprile risultavano contagiati — attraverso il tampone — 390 operatori sanitari dell’ospedale di Bergamo su un organico (di soli sanitari) di 3.000 persone. Per loro niente test sierologico, si possono quindi sommare ai 163 con anticorpi (quel 23,4%): in tutto 553, e cioè un 18% del personale sanitario che ha contratto il virus”, riporta il Corriere. In vista delle prime riaperture a cominciare da lunedì 4 maggio servirebbero dunque tamponi a tappeto in tutta la provincia per avere un dato ancor più chiaro su chi il virus lo ha già preso e su quelli che saranno i nuovi contagi.

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

Leggi anche:

1. Ats di Bergamo pagherà 15mila euro una consulenza legale per “accertare le responsabilità” / 2. Ho fatto il test sierologico per il Coronavirus: vi racconto come è andata (di Selvaggia Lucarelli) / 3. Vigevano, tre ragazzi avevano festeggiato Pasqua tra amici contro le restrizioni: ora devono pagare 1200 euro di multa / 4. La mancata Zona Rossa ad Alzano e Nembro: ricostruzione completa dell’inchiesta

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

446
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.