Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 13:02
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Targa a Carlo “Azelio” Ciampi, altra gaffe di Raggi: il marmista non è di Velletri

Immagine di copertina

Targa a Carlo “Azelio” Ciampi, altra gaffe di Raggi: il marmista non è di Velletri

Il sindaco di Velletri ha chiesto le scuse di Virginia Raggi per l’accostamento “superficiale” fatto dalla sindaca di Roma tra la sua città e la società incaricata di realizzare la targa intitolata all’ex presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, ribattezzato improvvidamente “Azelio”. Un accostamento oltretutto sbagliato, dal momento che la società è di Artena.

In un post su Facebook, Orlando Pocci ha affermato di aver inviato una lettera ufficiale a Raggi in cui la invita a chiedere scusa alla Città di Velletri per quel superficiale accostamento” e a visitare la città dei Castelli romani, affermando che le “parole sono importanti”. “Sarà l’occasione per farle conoscere la nostra Città, la nostra cultura e anche la straordinaria bravura dei nostri artigiani”, ha aggiunto. “Senza polemica ma con rispetto”.

Negli scorsi giorni, Raggi aveva in parte attribuito alla distanza la gaffe istituzionale che questa settimana ha costretto la capitale a rinviare una cerimonia alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “Purtroppo la gara è stata vinta da una ditta di Velletri, fosse stata di Roma probabilmente la targa sarebbe stata cambiata ancora prima della cerimonia”, ha detto la sindaca in uno dei messaggi inviati nelle chat interne della maggioranza del consiglio comunale, secondo quanto riportato dal quotidiano La Repubblica. La sindaca ha anche dichiarato nei messaggi di aver rimosso una funzionaria che aveva “sbagliato a mandare l’ordinativo”, in cui il nome dell’ex presidente della Repubblica, a cui è stato intitolato un largo sul Lungotevere, era indicato come Carlo “Azelio” Ciampi.

 

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, confermati altri due casi: salgono a tre i contagi registrati in Italia
Cronaca / Cosenza, ragazzo di 16 anni picchiato in strada dallo zio perché gay: “Adesso muori a casa”
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, Bassetti: “Nei prossimi giorni avremo migliaia di casi”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, confermati altri due casi: salgono a tre i contagi registrati in Italia
Cronaca / Cosenza, ragazzo di 16 anni picchiato in strada dallo zio perché gay: “Adesso muori a casa”
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, Bassetti: “Nei prossimi giorni avremo migliaia di casi”
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, il timore degli esperti: il virus potrebbe essersi adattato all'uomo
Cronaca / Bambino morto all’asilo, parla il papà: “È stata una fatalità, una disgrazia. La madre dei gemellini non c’entra nulla”
Cronaca / “Falcone star di TikTok”: i video sul magistrato antimafia ricevono oltre 140mila visualizzazioni sul social dei 20enni
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Covid, 30.310 casi e 108 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 12,2%
Cronaca / Bambino morto all’asilo, la proprietaria dell’auto: “Sono sicura di aver inserito la marcia, il freno a mano non ricordo”
Cronaca / Identificato allo Spallanzani di Roma il primo caso in Italia di vaiolo delle scimmie