Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 20:40
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Targa a Carlo “Azelio” Ciampi, altra gaffe di Raggi: il marmista non è di Velletri

Immagine di copertina

Targa a Carlo “Azelio” Ciampi, altra gaffe di Raggi: il marmista non è di Velletri

Il sindaco di Velletri ha chiesto le scuse di Virginia Raggi per l’accostamento “superficiale” fatto dalla sindaca di Roma tra la sua città e la società incaricata di realizzare la targa intitolata all’ex presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, ribattezzato improvvidamente “Azelio”. Un accostamento oltretutto sbagliato, dal momento che la società è di Artena.

In un post su Facebook, Orlando Pocci ha affermato di aver inviato una lettera ufficiale a Raggi in cui la invita a chiedere scusa alla Città di Velletri per quel superficiale accostamento” e a visitare la città dei Castelli romani, affermando che le “parole sono importanti”. “Sarà l’occasione per farle conoscere la nostra Città, la nostra cultura e anche la straordinaria bravura dei nostri artigiani”, ha aggiunto. “Senza polemica ma con rispetto”.

Negli scorsi giorni, Raggi aveva in parte attribuito alla distanza la gaffe istituzionale che questa settimana ha costretto la capitale a rinviare una cerimonia alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “Purtroppo la gara è stata vinta da una ditta di Velletri, fosse stata di Roma probabilmente la targa sarebbe stata cambiata ancora prima della cerimonia”, ha detto la sindaca in uno dei messaggi inviati nelle chat interne della maggioranza del consiglio comunale, secondo quanto riportato dal quotidiano La Repubblica. La sindaca ha anche dichiarato nei messaggi di aver rimosso una funzionaria che aveva “sbagliato a mandare l’ordinativo”, in cui il nome dell’ex presidente della Repubblica, a cui è stato intitolato un largo sul Lungotevere, era indicato come Carlo “Azelio” Ciampi.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Parma, lo “sciamano italiano” sgridato perché senza mascherina reagisce e rompe il naso a un passante e insulta la vigilanza del Fidenza Village
Cronaca / Covid, oggi 927 nuovi casi e 10 morti: il bollettino del 24 giugno
Opinioni / La statua della porchetta, celebrazione del rituale tutto romano della magnata
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Parma, lo “sciamano italiano” sgridato perché senza mascherina reagisce e rompe il naso a un passante e insulta la vigilanza del Fidenza Village
Cronaca / Covid, oggi 927 nuovi casi e 10 morti: il bollettino del 24 giugno
Opinioni / La statua della porchetta, celebrazione del rituale tutto romano della magnata
Cronaca / Parla il padre di Nicola Tanturli: “Chiamare i soccorsi 9 ore dopo è stato un errore, pensavamo si fosse addormentato nei dintorni”
Cronaca / Come è cambiato il consumo e lo spaccio di droghe in Europa durante la pandemia
Cronaca / Aggiornamento vaccini anti-Covid: quante dosi sono state consegnate e somministrate in Italia | 24 giugno 2021
Cronaca / Mugello, accertamenti della procura su precedente “fuga” del fratellino di Nicola
Cronaca / Monsignor Galantino contro Fedez: "O ignora le cose o è in malafede"
Cronaca / “Variante Delta sarà predominante ad agosto”. I focolai in Italia dalla Campania all’Emilia
Cronaca / Covid, ultime notizie. Mappa Ecdc: Italia verde, solo tre regioni arancioni