Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 16:28
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Ivrea, il tabaccaio ha ucciso il ladro sparandogli alle spalle e dall’alto

Immagine di copertina

Tabaccaio spara ladro Ivrea | Autopsia | Legittima difesa | Ivrea | Pavone Canavese 

Tabaccaio spara ladro Ivrea – Il tabaccaio di Ivrea, Marcellino Iachi Bonvin, che ha sparato e ucciso un ladro datosi alla fuga avrebbe aperto il fuoco dal balcone della sua abitazione: questo quanto emerso dai risultati dell’autopsia eseguita a Strambino dal medico legale Roberto Testi.

Ivrea, tabaccaio uccide ladro: è indagato per eccesso di legittima difesa. Salvini: “Totale solidarietà”

Ion Stavila, moldavo di 24 anni, è stato quindi colpito alle spalle mentre si trovava sul marciapiede di via Torino, a pochi metri dalla tabaccheria Winner Point.

I risultati delle analisi sono particolarmente importanti perché mettono in crisi la versione della moglie del tabaccaio, che ha raccontato di una colluttazione tra il marito e i ladri prima degli spari.

Legittima difesa | Ipotesi sempre più remota

L’ipotesi più probabile al momento è che il tabaccaio abbia vuotato il caricatore senza mai scendere in cortile, restando sul balcone della sua abitazione.

Adesso gli inquirenti sono alla ricerca del proiettile che ha trapassato il corpo del ragazzo ucciso e che potrebbe essere finito nei campi e nei giardini vicino alla casa del tabaccaio: la ferita trovato sul petto di Stavila infatti non era un foro di entrata bensì di uscita del colpo.

Il tabaccaio per ora non ha rilasciato commenti in merito al risultato delle analisi ed è in attesa del prossimo interrogatorio con il procuratore capo di Ivrea Giuseppe Ferrando, che sta vagliano l’ipotesi di eccesso colposo di legittima difesa.

Intanto la Procura ha rilasciato il nulla osta per il funerale di Stavila:  la sorella che lavora come badante in Puglia è arrivata per riconoscere ufficialmente il corpo.

Tabaccaio Ivrea Salvini

Sulla vicenda si era espresso il leader della Lega e fautore della nuova legge sulla legittima difesa: “Attendendo rispettosamente le comunicazioni della procura di Ivrea, quello che so è che si tratta di un commerciante 67enne incensurato, persona perbene, che deteneva legalmente un’arma, che è stato vittima di 5, 6, 7, 8 precedenti furti e rapine, che stanotte si è svegliato, si è ritenuto in difficoltà, aggredito, ha sparato. Purtroppo qualcuno è morto: però se invece di fare il rapinatore questa persona avesse fatto un mestiere onesto, oggi staremmo parlando di altro”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Vi aspetto in terapia intensiva, con un pizzico di piacere”: infermiere punito per un post contro i no vax
Cronaca / Pisa, operai licenziati dopo aver scioperato per il salario: la denuncia della Cgil
Cronaca / Focolaio Covid tra gli attori: “Tutto è partito da un festival in Sardegna”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Vi aspetto in terapia intensiva, con un pizzico di piacere”: infermiere punito per un post contro i no vax
Cronaca / Pisa, operai licenziati dopo aver scioperato per il salario: la denuncia della Cgil
Cronaca / Focolaio Covid tra gli attori: “Tutto è partito da un festival in Sardegna”
Cronaca / Scuola, il piano Bianchi “copia” Azzolina e ha paura di nominare la didattica a distanza
Cronaca / Brusaferro (Iss) chiede prudenza: "Rt verso stabilizzazione"
Cronaca / Il 58,82% della popolazione italiana ha completato il ciclo vaccinale
Cronaca / “Non vi azzardate a vaccinarmi”: le parole di una 50enne no vax prima di essere intubata per Covid
Cronaca / Licata, consigliere comunale ex Lega spara 4 colpi di pistola contro il socio in affari
Cronaca / 6.171 casi e 19 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività 2,7%
Cronaca / “Combatterò finché non tornerò a studiare a Bologna. La situazione peggiora”: Zaki scrive dal carcere